C’è stato uno strano inseguimento, in Virginia

C'è stato uno strano inseguimento, in Virginia

In Virginia, negli Stati Uniti, la polizia ha arrestato un ex soldato che aveva rubato un mezzo blindato cingolato e lo aveva guidato per più di due ore attraverso Richmond, la capitale dello stato. Il mezzo blindato – che non era dotato di armi – era stato rubato da una base della Guardia Nazionale. L’uomo è stato fermato dalla polizia dopo quasi due ore e mezza di inseguimento.

 

I pronostici sui Mondiali di José Mourinho

I pronostici sui Mondiali di José Mourinho

L’allenatore portoghese José Mourinho commenterà i Mondiali di calcio per Russia Today (RT), il canale televisivo di news finanziato dal governo russo. A circa una settimana dall’inizio del torneo, in questi giorni RT sta pubblicando delle piccole anticipazioni della collaborazione con Mourinho: nell’ultima l’allenatore del Manchester United prevede quali nazionali passeranno la fase ai gironi. Nel pronostico Mourinho ci mette un po’ del suo, per esempio quando decide di eliminare la Serbia perché uno dei suoi titolari allo United, il serbo Nemanja Matic, avrebbe bisogno di un po’ di riposo in vista della prossima stagione. Per il resto non ci sono grosse sorprese, salvo l’eliminazione della Colombia in un gruppo dove invece viene considerata favorita e quella dell’Egitto a favore della Russia.

Usain Bolt ha giocato una partita con una squadra di calcio norvegese

Usain Bolt ha giocato una partita con una squadra di calcio norvegese

L’ex velocista giamaicano Usain Bolt, detentore dei record mondiali sui 100 e 200 metri piani e vincitore di otto ori olimpici, ha disputato la sua prima partita con una squadra di calcio professionistica. Martedì pomeriggio, al Marienlyst Stadion di Drammen, città norvegese poco distante da Oslo, è entrato nei venti minuti finali della partita amichevole che lo Strømsgodset ha perso 1-0 contro la nazionale norvegese under-19. Da qualche giorno Bolt, che ha 31 anni, si sta allenando con lo Strømsgodset per prepararsi a una partita di beneficenza (il Soccer Aid Charity Match) in programma il 10 giugno all’Old Trafford di Manchester. Bolt non ha mai nascosto di avere il desiderio di tentare la carriera da calciatore professionista e negli ultimi mesi si era allenato anche con il Borussia Dortmund e con i Sundowns, in Sudafrica.

 

Bolt — entrato in campo con il numero 9.58, come il suo record mondiale sui 100 metri — è stato utilizzato come centravanti, dimostrandosi per forza di cose un po’ impacciato e per nulla inserito nelle dinamiche di gioco della squadra, dodicesima nel campionato norvegese di prima divisione. Sembra avere una tecnica base appena sufficiente e ancora un sacco di aspetti da migliorare per provare almeno a sfruttare i suoi punti di forza: la stazza e naturalmente la velocità. Le volte che è stato lanciato in profondità dai compagni di squadra non si è fatto trovare pronto e non è quindi riuscito a sfruttare la sua rapidità, vista solamente nel tentativo di togliere la palla al portiere avversario.

Nuovo Flash