Anche il Bayern Monaco a volte fa delle figuracce

Anche il Bayern Monaco a volte fa delle figuracce

Il Bayern Monaco, squadra campione di tutto nella stagione 2019/2020 e da sempre considerata come il miglior esempio di solidità e lungimiranza nel mondo del calcio, è stato sorprendentemente eliminato da una squadra di seconda divisione tedesca, l’Holstein Kiel, ai sedicesimi di finale della Coppa di Germania. Mercoledì sera, nel piccolo stadio di Kiel, il Bayern era praticamente sicuro della vittoria, trovandosi sul 2-1 a pochi secondi dalla fine. Al quinto minuto di recupero, però, il Kiel ha pareggiato, mandando la partita ai tempi supplementari e poi ai calci di rigore, dove un errore dello spagnolo Marc Roca ha deciso l’incontro. Era la prima volta che le due squadre si incontravano in una partita ufficiale.

La sconfitta di Kiel è arrivata cinque giorni dopo quella subita in campionato contro il Borussia Mönchengladbach. In questa stagione, nonostante il primo posto in classifica e una tranquilla qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, il Bayern ha rallentato il suo andamento, che nel 2020 fu impressionante. In otto mesi, allenato da Hans-Dieter Flick, assistente subentrato a stagione in corso, perse soltanto due partite, vinse campionato, coppa e Champions League con prestazioni memorabili come l’8-2 con cui eliminò il Barcellona.

I soldati della Guardia Nazionale che dormono nel Congresso americano

I soldati della Guardia Nazionale che dormono nel Congresso americano

Mercoledì alcuni giornalisti americani hanno pubblicato sui social network le foto di centinaia di soldati della Guardia Nazionale, la principale forza di riservisti dell’esercito statunitense, dormire nei corridoi e nelle stanze del Congresso, a Washington. La Guardia Nazionale era stata mobilitata dopo l’attacco al Congresso del 6 gennaio, anche se tardivamente e solo su ordine del vicepresidente Mike Pence: ai soldati era stato poi ordinato di rimanere nell’edificio per ragioni di sicurezza. Daniella Diaz, giornalista che si occupa del Congresso per CNN, ha scritto su Twitter che il Campidoglio e gli edifici vicini sono completamente controllati dalle forze dell’ordine e nessuno si può avvicinare senza identificarsi. Le foto sono state scattate mentre la Camera stava iniziando a discutere dell’impeachment contro il presidente Trump.

Il marketing “da giovani” di Unieuro

Il marketing "da giovani" di Unieuro

La pagina Facebook di Unieuro ha pubblicato un insolito post per promuovere una lavatrice. A differenza di una classica pubblicità social, il post è scritto come se fosse una confidenza scritta dal social media manager della pagina che si sfoga dopo aver frequentato un corso di social media marketing. «Oh, grazie che hai premuto “altro”. Davvero. Che poi altro che “altro”. Qui c’è tutto», si legge nel post. «Sì fra, sono io, il social media manager di Unieuro. Niente, ‘ste settimane non ci sono stato perché mi hanno mandato a un corso per imparare a fare i social fichi».

Nonostante sia un post pubblicato su Facebook, dove l’età media degli utenti è molto più alta rispetto ad altri social come Instagram e Tik Tok, il linguaggio è molto informale e fa ricorso ad alcune delle espressioni più utilizzate dagli adolescenti. Il post di marketing nel marketing, comunque, ha funzionato: in meno di un giorno ha raccolto oltre 36mila like, ottomila condivisioni e quasi novemila commenti.

Non è il primo post di questo genere pubblicato da Unieuro, che ha iniziato questa campagna lo scorso 22 dicembre con un’offerta «che si commenta da sola»: erano poi comparsi alcuni commenti scritti dagli stessi editor della pagina.

Nuovo Flash