Anche il Bayern Monaco a volte fa delle figuracce

(Stuart Franklin/Getty Images)
(Stuart Franklin/Getty Images)

Il Bayern Monaco, squadra campione di tutto nella stagione 2019/2020 e da sempre considerata come il miglior esempio di solidità e lungimiranza nel mondo del calcio, è stato sorprendentemente eliminato da una squadra di seconda divisione tedesca, l’Holstein Kiel, ai sedicesimi di finale della Coppa di Germania. Mercoledì sera, nel piccolo stadio di Kiel, il Bayern era praticamente sicuro della vittoria, trovandosi sul 2-1 a pochi secondi dalla fine. Al quinto minuto di recupero, però, il Kiel ha pareggiato, mandando la partita ai tempi supplementari e poi ai calci di rigore, dove un errore dello spagnolo Marc Roca ha deciso l’incontro. Era la prima volta che le due squadre si incontravano in una partita ufficiale.



La sconfitta di Kiel è arrivata cinque giorni dopo quella subita in campionato contro il Borussia Mönchengladbach. In questa stagione, nonostante il primo posto in classifica e una tranquilla qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, il Bayern ha rallentato il suo andamento, che nel 2020 fu impressionante. In otto mesi, allenato da Hans-Dieter Flick, assistente subentrato a stagione in corso, perse soltanto due partite, vinse campionato, coppa e Champions League con prestazioni memorabili come l’8-2 con cui eliminò il Barcellona.