A Banksy non piacciono le mostre con le opere di Banksy

A Banksy non piacciono le mostre con le opere di Banksy

Banksy – l’artista (o il collettivo di artisti) di cui non si conosce l’identità – ha pubblicato sul suo account Instagram verificato lo screenshot di una conversazione avuta con una persona che gli ha chiesto cosa ne pensasse della mostra con le sue opere che da giugno è in corso a Mosca, in Russia. Nella conversazione l’utente gli manda una foto della mostra e gli dice che i biglietti costano fino a 20 euro. Banksy dice di non saperne niente e di non averci niente a che fare. All’utente che lo invita a far presente la cosa con un comunicato ufficiale, Banksy scrive anche di “non essere la persona più indicata per protestare contro la gente che mette in giro cose senza chiedere il permesso”. L’utente gli suggerisce quindi di pubblicare lo screenshot della conversazione.

Da novembre ci sarà una mostra su Banksy anche al Mudec, il Museo delle Culture di Milano. La descrizione della mostra al Mudec finisce con la scritta, in corsivo e in inglese, Unofficial and unauthorized by Banksy (non ufficiale e non autorizzata da Banksy).

A post shared by Banksy (@banksy) on

YouTube ha rimosso una pubblicità perché faceva troppa paura

YouTube ha rimosso una pubblicità perché faceva troppa paura

Il 14 agosto YouTube ha rimosso una pubblicità per il film The Nun – La vocazione del male, il quinto della serie iniziata con L’evocazione – The Conjuring. La pubblicità durava 6 secondi e partiva in automatico prima di altri video. Iniziava con un finto segno che diceva che l’audio era stato abbassato (cosa che portava chi era davanti al computer ad alzarlo al massimo, nel tentativo di rimediare), poi arrivava la cattivissima e terrificante suora protagonista del film, che faceva un urlo decisamente pauroso. È uno di quei momenti definiti “jumpscare“, perché fanno fare improvvisi salti sulla poltrona (a maggior ragione se non si sa che quella è la pubblicità di un film horror). YouTube ha rimosso la pubblicità dopo la segnalazione di alcuni utenti.

Se proprio ci tenete, è qui. Certo, ora che lo sapete l’effetto sarà probabilmente diverso. Ma nel caso queste cose vi spaventino, non guardatelo (e comunque tenete il volume basso).

Il trailer del film, che arriverà in Italia a settembre:

Rooney non ha smesso di essere un giocatore formidabile

Rooney non ha smesso di essere un giocatore formidabile

Da qualche settimana il calciatore britannico Wayne Rooney – uno dei più forti degli ultimi 15 anni – gioca negli Stati Uniti nella squadra D.C. United, a Washington. Ieri, durante la partita di campionato contro Orlando, ha fatto una cosa davvero notevole. Quando mancavano 50 secondi alla fine della partita e il risultato era sul 2-2 ha inseguito per tutto il campo un attaccante avversario lanciato da solo in contropiede, lo ha fermato con una scivolata, ha recuperato palla e quasi da centrocampo ha fatto un cross che ha permesso a un suo compagno di squadra Luciano Acosta di segnare di testa il gol del 3-2 per i D.C. United. Dopo il gol, non è sembrato che Rooney avesse ancora fiato per esultare.

Nuovo Flash