Un premio per ricordare Jo Cox

L’assassinio di Jo Cox, la giovane deputata inglese vittima di un attentato pochi giorni prima di Brexit, il referendum che ha sancito l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, è stato atroce e inutile. Per compensare il dolore che questa morte ci ha procurato, noi dell’associazione iMille abbiamo pensato di fare qualcosa perché Jo Cox non sia ricordata solo per come è stata uccisa ma soprattutto per tutto quello che ha fatto difendendo l’idea di un’Europa aperta, laica e solidale. Ci siamo autotassati e abbiamo istituito un premio di laurea (1500 euro) per studi sull’Europa intitolato a Helen Joanne “Jo” Cox per ricordare il suo impegno per la permanenza del Regno Unito nella UE e per premiare un giovane che con il suo studio illustri i benefici economici, politici e sociali dell’integrazione europea.

I temi della tesi di laurea potranno essere di natura economica, politica o sociale, con una chiara enfasi su questioni europee; saranno valutate di particolare interesse tesi su fenomeni e problemi che ostacolano il processo di integrazione europea e su politiche volte a rimuovere tali ostacoli. Il premio sarà conferito a una persona laureata (triennale o magistrale) in un’università italiana oppure dell’Unione Europea o del Regno Unito purché abbia trascorso un periodo Erasmus in un’università italiana.

Stiamo cercando di dare la massima diffusione al bando, anche la CRUI (la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) ha aderito all’iniziativa e già tante università stanno pubblicando l’annuncio, dalla Bocconi all’università di Palermo, da Torino a Firenze, a Sassari.

È un’occasione simbolica e importante per avvicinare tanti giovani all’Europa, nella speranza di raggiungere quanti più studenti in giro per l’Italia e anche di indurli a scrivere tesi su temi europei, in questi mesi. O forse non è solo simbolica e i ragazzi sono già più vicini all’Europa di quanto noi siamo portati a credere; Paolo, che ha sottomesso la sua tesi dell’Università di Pisa ci ha scritto : «Vi ringrazio moltissimo per l’opportunità che avete dato a tanti giovani che ancora credono nell’idea di un’Europa realmente unita».

Se volete aiutarci a diffondere il bando o volete candidarvi, sul nostro sito trovate tutte le informazioni di dettaglio.

«We are far more united and have far more in common with each other than things that divide us»

Jo Cox, June 2015

Mentre lo fate, pensate a Jo Cox e alla persona che riceverà il premio in suo onore. Non se lo dimenticherà mai.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.