Leonardo DiCaprio in Italia

Leo in rouge

Leo in rouge

Anche quest’anno Leonardo DiCaprio è candidato agli Oscar. Ormai è un onore e uno stress, non può nasconderlo. E per rilassarsi viaggia, esce con gli amici, mangia una pizza, a volte preferisce il sushi dopo un giro in motorino. Gli piace l’Italia, infatti ci sono moltissime fotografie che testimoniano questa affermazione:

Va bene, va bene. Sembra più giovane nelle foto… ma quello è Photoshop!

In realtà, non c’è niente di postprodotto in questo particolarissimo progetto intitolato My Italy With Leo, ideato e gestito da Beatrice Cassarini, che è possibile seguire sia su Instagram che su Facebook. Ne ho parlato un po’ con lei.

Ciao Beatrice, raccontaci qualcosa di te.

Io vengo da un paese dell’Appennino Tosco Emiliano, ma da qualche anno vivo a Bologna. Sono un ingegnere atipico, che preferisce la fotografia ai numeri.

Com’è nato My Italy with Leo? C’è stato qualcosa di preciso che te l’ha fatto venire in mente? E perché hai scelto Leonardo DiCaprio?

Tempo fa, svuotando alcuni cassetti, ho ritrovato una busta di card e figurine di Leo DiCaprio che collezionavo da “sbarba” alle scuole medie. Inizialmente ho provato a venderle su deepop, ma nessuno se l’è filate, così le ho nuovamente dimenticate nel cassetto.

Qualche tempo dopo, su Instagram, mi sono imbattuta in un profilo di un americano che utilizzava le mie stesse figurine per fare dei rudimentali fotomontaggi con persone in giro per la città.

L’ho trovata un’idea geniale e ho pensato di andare a riprendermi la mia busta di Leo e fare la stessa cosa.

Ho postato il primo fotomontaggio di Leo seduto accanto a un vecchino del mio paese sul mio profilo facebook e Instagram e ha riscosso un grande successo da parte dei miei amici. Post dopo post, mi hanno convinta ad aprire un profilo dedicato.

Il nome del progetto: My Italy with Leo, mi fa venire in mente viaggi, mete, spostamenti dentro la nostra penisola. Come mai hai deciso per questo nome?

Il nome del progetto My Italy with Leo, prende spunto dal profilo americano da cui ho preso l’idea, che si chiama My day with Leo.

Ho pensato che sarebbe stato ganzo far girare le stesse faccine di Leo anche nel Bel Paese.

Leo non  viaggia sempre con me, ma ho sparso i ritagli anche ai miei amici più giramondo, che mi inviano le foto con lui dai loro viaggi e io poi posto sulla pagina.

Come ultima domanda, mi piacerebbe sapere se hai idee per sviluppare il tuo lavoro, qualche deriva che potrebbe prendere la tua idea…

Per i prossimi post mi piacerebbe aumentare la qualità delle foto, cercare di farle sempre più divertenti e di viaggiare di più, per fotografare Leo in posti nuovi e con nuove persone.

Dato che Instagram ora prevede anche la possibilità di postare clip video di 15 secondi, vorrei sfruttare al meglio, con Leo, anche questa opzione.

My Italy with Leo è un progetto divertente e, come molte belle idee, è semplice e cooperativo. Beatrice, io avrei un’idea: facciamo che tutti quelli che vogliono viaggiare con Leo ti scrivono via email e tu spedisci loro, a casa, un ritaglio da portare sempre con sé? Tutti insieme si crea Italy with Leo!