• Mondo
  • domenica 2 Gennaio 2022

Una persona ha attraversato illegalmente il confine della Corea del Sud per entrare in Corea del Nord, un evento molto raro

Le autorità militari della Corea del Sud hanno detto che sabato sera una persona ha attraversato in maniera illegale il confine che separa il territorio del paese dalla “zona demilitarizzata” (DMZ), cioè la striscia di terra oltre la quale si trova la Corea del Nord. Si stima che negli ultimi trent’anni più di 30mila nordcoreani siano scappati dal proprio paese per fuggire dalla povertà e dalla dittatura e trovare condizioni di vita migliori in Corea del Sud, ma è decisamente più raro che qualcuno lasci la Corea del Sud per andare in Corea del Nord.

Le autorità sudcoreane hanno detto che la persona, non identificata, era stata vista attorno alle 22.40 in un’area vicina alla zona demilitarizzata nella parte orientale del paese. Hanno specificato che le truppe che erano state mobilitate per individuarla non sono riuscite a trovarla e che le autorità nordcoreane che avevano avvisato non hanno dato conferma di averla trovata o meno.

Al momento non è chiaro se fosse effettivamente una persona sudcoreana che provava ad andare in Corea del Nord o se fosse una persona nordcoreana che voleva tornare nel proprio paese dopo essere andata in Corea del Sud per qualche motivo. Non si sa nemmeno se sia viva: pochissime persone hanno provato a spostarsi tra i due paesi passando dalla zona demilitarizzata, una striscia lunga circa 250 chilometri e larga poco meno di 5 che è pattugliata da soldati su entrambi i fronti e dove si stima che si trovino circa 2 milioni di mine. Come sottolinea Associated Press, la maggior parte dei nordcoreani che negli anni sono scappati in Corea del Sud lo ha fatto passando attraverso la Cina o altri paesi del continente.

Benché i combattimenti della guerra di Corea siano finiti di fatto nel luglio del 1953, la guerra tra i due paesi è ufficialmente ancora in corso. Tra la Corea del Nord e quella del Sud, sostenute rispettivamente dalla Cina e dagli Stati Uniti, fu raggiunto un armistizio che decretò la fine dei combattimenti, ma un trattato di pace non è mai stato firmato.

– Leggi anche: Il presidente della Corea del Sud vuole a tutti i costi fare la pace con la Corea del Nord

Soldati sudcoreani pattugliano il confine con la Corea del Nord a Paju (AP Photo/ Ahn Young-joon)