• Mondo
  • giovedì 30 Dicembre 2021

In Libano sono stati sequestrati quasi 9 milioni di pasticche di captagon

Mercoledì, al porto di Beirut, in Libano, la polizia di frontiera ha sequestrato un carico di quasi 9 milioni di pasticche di captagon, una droga a base di amfetamine molto diffusa e commerciata illegalmente in Medio Oriente. Le pasticche erano su una nave in partenza verso i paesi del Golfo, sistemate all’interno di arance finte, un sistema già usato in passato: in altri casi le pasticche erano state messe dentro melograni, pacchi di latte, tè o sapone.

Insieme alla Siria, il Libano è uno dei paesi più attivi nella produzione e nel commercio illegale di captagon, trafficato soprattutto in Medio Oriente ma anche verso altri paesi del mondo, tra cui quelli europei. Sono in corso indagini per capire dove fosse diretto esattamente il carico: le ricostruzioni attuali dicono in Kuwait. Quello di mercoledì è l’ultimo di una serie di sequestri simili: l’ultimo carico – circa un milione di pillole sistemate in limoni di plastica – era stato sequestrato una settimana fa negli Emirati Arabi Uniti.

– Leggi anche: La Siria è diventata un enorme centro per il narcotraffico

Melograni pieni di pasticche di captagon, in Arabia Saudita. (Saudi Press Agency via AP, File)