• Mondo
  • martedì 14 Dicembre 2021

La polizia svedese ha arrestato due persone per l’incidente di lunedì che aveva coinvolto due navi da carico nel mar Baltico

La polizia svedese ha arrestato due membri dell’equipaggio della nave da carico inglese Scot Carrier coinvolta lunedì in un incidente nel mar Baltico, nel quale una persona è morta e una è dispersa. I due avevano un tasso alcolemico nel sangue superiore al limite consentito dalla legge svedese (0,2 g/l, in Italia è 0,5) e sono ora accusati di grave negligenza sul luogo di lavoro. Non è ancora chiaro se questa sia stata la causa dell’incidente: se lo fosse le due persone arrestate – un cittadino inglese e uno danese – rischierebbero fino a sei anni di prigione.

L’incidente è avvenuto nelle prime ore del mattino di lunedì nelle acque tra Ystad, una cittadina costiera svedese, e l’isola danese di Bornholm. Le due navi, una inglese e una danese, viaggiavano in condizioni di scarsa visibilità a causa della nebbia, e a seguito dello scontro la nave danese si era capovolta.

Una delle due navi coinvolte nell'incidente nel mar Baltico, capovolta (Johan Nilsson/TT via AP)