Leonardo Bonucci incita l'Italia dopo il pareggio contro la Svizzera (Claudio Villa/Getty Images)
  • lunedì 15 Novembre 2021

L’Italia si qualifica ai Mondiali se

Stasera, nell’ultima partita dei gironi, la Nazionale di calcio deve restare davanti alla Svizzera per non tornare agli spareggi come nel 2017

Leonardo Bonucci incita l'Italia dopo il pareggio contro la Svizzera (Claudio Villa/Getty Images)

Questa sera a Belfast, contro l’Irlanda del Nord, la Nazionale maschile di calcio gioca l’ultima partita dei gironi di qualificazione ai Mondiali del prossimo anno. A seconda del risultato può finire in due modi: con la qualificazione diretta alla fase finale o con la qualificazione agli spareggi, quelli che nel 2017 l’Italia perse contro la Svezia, mancando i Mondiali in Russia. Dipenderà anche dal risultato della contemporanea Svizzera-Bulgaria, e potrebbe essere necessario contare i gol di scarto.

Fare i calcoli ed elencare le casistiche non è proprio semplice perché le combinazioni sono molte e c’è la possibilità che non saranno i punti in classifica a decidere, visto che Italia e Svizzera potrebbero facilmente finire a pari punti. Ma in breve: se la Svizzera vince contro la Bulgaria, l’Italia deve vincere a sua volta e mantenere il vantaggio complessivo nella differenza reti (e in secondo luogo nei gol totali segnati); se la Svizzera pareggia, all’Italia basta un pareggio; se la Svizzera perde, l’Italia potrebbe addirittura perdere a sua volta, sempre però mantenendo il vantaggio nella differenza reti.

1. Italia 15 (+11)**
2. Svizzera 15 (+9)
3. Irlanda del Nord 8 (-1)
4. Bulgaria 8 (-4)
5. Lituania 3* (-14)

* una partita in più
** differenza reti

A una partita dal termine, l’Italia è prima nel gruppo C con 15 punti, ma a pari merito con la Svizzera, contro cui ha pareggiato 1-1 venerdì scorso a Roma. In caso di parità nel punteggio, l’ordine della classifica verrà stabilito dalla differenza reti e poi dai gol segnati in tutte le partite. Dato che i due scontri diretti sono finiti in parità, il terzo criterio sarà quello dei gol segnati in trasferta negli scontri diretti.

In questo momento l’Italia ha una differenza reti di +11 mentre la Svizzera di +9. È in vantaggio anche nei gol segnati (13 contro 11) ma non nei gol segnati in trasferta negli scontri diretti, dato che lo scorso settembre a Basilea l’Italia non ha segnato, mentre venerdì la Svizzera ne ha fatto uno a Roma.

Stasera (ore 20.45) l’Italia gioca in trasferta contro l’Irlanda del Nord (58ª nel ranking mondiale), mentre la Svizzera in casa contro la Bulgaria (70ª nel ranking). Per qualificarsi direttamente ai Mondiali in Qatar, l’Italia deve fare un risultato migliore della Svizzera. Se entrambe dovessero vincere, dovrà mantenere il vantaggio nella differenza reti e quindi nei gol segnati.

Le combinazioni sono tante, ma come esempio: se la Svizzera dovesse vincere 3-0, all’Italia servirebbe una vittoria per 2-0 (o comunque con due gol di scarto, anche 3-1 andrebbe bene). Questo perché con un semplice 1-0 Italia e Svizzera raggiungerebbero gli stessi punti in classifica, la stessa differenza reti (+12) e gli stessi gol segnati (14). Per via del gol in trasferta di venerdì all’Olimpico, la Svizzera passerebbe prima. Se la Svizzera dovesse vincere 4-0, all’Italia servirebbe una vittoria con tre gol di scarto. Se invece la Svizzera vincesse 1-0 o 2-1, all’Italia basterebbe una vittoria con un gol di scarto. Se i gol di scarto di un’eventuale vittoria dell’Italia fossero due in meno rispetto a quelli di un’ipotetica vittoria della Svizzera, si conterebbero i gol complessivi segnati (l’Italia è in vantaggio di due, al momento).

Si può dire quindi che per non rischiare nulla, l’Italia stasera debba vincere con un ampio scarto e possibilmente senza subire gol.

L’Irlanda del Nord è allenata dal cinquantenne inglese Ian Baraclough, ex giocatore nelle serie minori britanniche. I giocatori più conosciuti fra i convocati sono Jonny Evans, difensore del Leicester City a lungo al Manchester United, e il terzino del Newcastle Jamal Lewis. È una nazionale che fa della fisicità e dell’organizzazione di squadra il suo punto di forza per sopperire alla mancanza di qualità. Nonostante sia già eliminata, venerdì scorso ha battuto 1-0 la Lituania. In queste qualificazioni, inoltre, non ha mai perso né subito gol in casa.

Chi concluderà il girone al primo posto si unirà a Belgio, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Serbia e Spagna, le nazionali europee già qualificate in Qatar. Chi invece arriverà seconda dovrà prima passare dagli spareggi, da giocare contro le altre seconde classificate e contro le migliori nazionali della Nations League tra quelle non qualificate. Gli spareggi sono organizzati in un piccolo torneo che si concluderà con la qualificazione di sole tre squadre. Finora sono certe di parteciparvi Macedonia del Nord, Portogallo, Russia, Scozia e Svezia.

Le formazioni di Irlanda del Nord-Italia
Irlanda del Nord (4-1-4-1) Peacock-Farrell; Cathcart, Flanagan, J. Evans, Lewis; S. Davis; Dallas, McCann, Saville, Whyte; Magennis
Italia (4-3-3) Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Emerson; Barella, Jorginho, Tonali; Berardi, Insigne, Chiesa