• Mondo
  • lunedì 8 Novembre 2021

La Marina statunitense ha intitolato una nave ad Harvey Milk, storico attivista per i diritti delle persone omosessuali

Sabato la Marina statunitense ha presentato una nuova nave militare intitolandola ad Harvey Milk, lo storico attivista per i diritti delle persone omosessuali che fu, tra le altre cose, anche il primo consigliere comunale apertamente gay di una grande città americana, San Francisco. Milk si arruolò in Marina durante la guerra in Corea e si congedò nel 1955, dopo essere stato formalmente interrogato sul suo orientamento sessuale. Milk fu ucciso il 27 novembre del 1978 da Dan White, ex consigliere comunale nella sua stessa giunta, che aveva sempre boicottato le sue iniziative e che lo uccise sparandogli nel palazzo del municipio. Insieme a Milk White uccise anche George Moscone, il sindaco Democratico di San Francisco.

Si stima che in totale circa 100mila membri dell’esercito e della Marina degli Stati Uniti siano stati congedati per questo motivo, 14mila dei quali tra il 1994 e il 2011, gli anni in cui fu in vigore la norma del “don’t ask don’t tell”, che permetteva alle persone omosessuali di arruolarsi nelle forze armate solo a patto che tenessero segreto il proprio orientamento sessuale (venendo espulsi se scoperti omosessuali).

Negli anni Milk diventò un simbolo delle battaglie per i diritti civili, e in particolare del movimento per i diritti delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali che in quegli anni si diede forma e organizzazione proprio a Castro Street, la famosa strada di San Francisco di cui Milk era ufficiosamente considerato “sindaco”. La nave, lunga più di 200 metri, è stata inaugurata a San Diego e verrà impegnata nel rifornimento di carburante delle navi della Marina che si trovano già in mare.

– Leggi anche: La storia di Harvey Milk

La nave intitolata ad Harvey Milk (AP Photo/Alex Gallardo)