• Video
  • martedì 5 Ottobre 2021

Made in carcere, a Lecce

È il laboratorio sartoriale dove possono lavorare le persone detenute nella casa circondariale di Lecce, creato da Luciana Delle Donne

 

Dal 2007 Made in carcere produce a Lecce vestiti e accessori, e il suo marchio segnala in modo inequivocabile la provenienza dei suoi prodotti: sono realizzati da persone detenute nella casa circondariale di Lecce e in altre carceri pugliesi, in laboratori sartoriali gestiti dalla cooperativa sociale Officina Creativa.

Le persone che ci lavorano hanno orari fissi e regolare stipendio, ma soprattutto la sensazione di avere una nuova occasione. L’idea di partenza è di recuperare gli scampoli delle produzioni sartoriali più rinomate per creare dei prodotti nuovi. Con il tempo, però, Made in carcere è diventato anche un importante progetto formativo.

Questa è la prima tappa di Strade blu, un progetto del Post, che è anche un podcast e una newsletter, realizzato con il contributo di