• Italia
  • lunedì 13 Settembre 2021

Martedì in Egitto inizierà il processo a Patrick Zaki

Martedì 14 settembre ci sarà la prima udienza del processo a Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna detenuto in Egitto dal febbraio del 2020 con l’accusa di aver fatto propaganda sovversiva: lo ha comunicato il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury. L’udienza si terrà dopo più di un anno e mezzo di detenzione preventiva.

 

Patrick Zaki ha compiuto 30 anni a giugno: è nato a Mansura, in Egitto, nel 1991, da genitori cristiani copti.

Dopo un passato di attivismo politico in Egitto, si era trasferito in Italia in seguito alla sua ammissione a un master in Studi di Genere e delle Donne presso l’Università di Bologna. Era stato arrestato nel febbraio del 2020, dopo essere atterrato all’aeroporto del Cairo per andare a trovare la famiglia. Da un anno e sette mesi si trova in custodia cautelare.

– Leggi anche: L’Italia sta facendo poco per la liberazione di Patrick Zaki

Patrick Zaki (foto Egyptian Initiative for Personal Rights)