(Vigili del Fuoco)

I gravi danni del maltempo in provincia di Como

Numerosi paesi sono isolati a causa delle forti piogge degli ultimi giorni che hanno portato frane e allagamenti

(Vigili del Fuoco)

Molti paesi in provincia di Como sono isolati in seguito a frane e allagamenti che si sono verificati a partire da domenica, a causa delle piogge molto intense cadute negli ultimi giorni nella zona.

La strada provinciale Lariana (SP 583), che mette in comunicazione Como e Lecco, non è percorribile in diversi punti così come la strada statale Regina (SS 340), chiusa da martedì mattina. Altre interruzioni del traffico interessano la Val d’Intelvi e alcune strade verso la Svizzera.

Negli ultimi giorni sono arrivate numerose segnalazioni e richieste di aiuto ai Vigili del Fuoco per case invase da acqua e fango, fiumi e torrenti esondati, crolli di muri e smottamenti.

Gli interventi hanno riguardato decine di persone, molte delle quali sono state trasportate in punti di raccolta e di accoglienza, in attesa di un miglioramento delle condizioni del meteorologiche.

I sindaci di numerosi comuni nella provincia di Como hanno invitato la cittadinanza a evitare gli spostamenti, sia perché le strade non sono sempre percorribili sia per non intralciare le attività dei soccorsi.

Gli smottamenti più rilevanti sono stati segnalati nelle aree di Brienno, Colonno e Moltrasio.

A Cernobbio il fango ha invaso una strada spostando automobili e moto in sosta: una persona su uno scooter ha rischiato di essere travolta dalla piena, come documentato in un video girato nella zona.

Nell’area di Laglio ci sono stati altri smottamenti e allagamenti che hanno interessato abitazioni private e locali sul lungo lago. I Vigili del Fuoco sono intervenuti in una casa invasa dal fango portando in salvo un’anziana rimasta bloccata.