• Mondo
  • venerdì 23 Luglio 2021

L’EMA ha raccomandato ai paesi europei di autorizzare la somministrazione del vaccino di Moderna anche agli adolescenti tra i 12 e i 17 anni

L’Agenzia europea dei medicinali (EMA) ha raccomandato ai paesi europei di autorizzare la somministrazione del vaccino contro il coronavirus di Moderna (Spikevax) anche agli adolescenti tra i 12 e i 17 anni: finora era autorizzato per la somministrazione solo su chi aveva almeno 18 anni. La procedura sarà uguale a quella per le persone che hanno dai 18 anni in su, e prevederà quindi due dosi a distanza di quattro settimane l’una dall’altra.

– Leggi anche: Il “paradosso” dei contagi tra i vaccinati, spiegato

Il vaccino è stato testato su circa 4mila adolescenti che non fossero già stati contagiati dal coronavirus, e il livello di anticorpi prodotti contro il virus è stato paragonabile a quello rilevato sui maggiori di 18 anni. Gli adolescenti testati sono stati divisi in due gruppi: 2.163 di loro avevano effettivamente ricevuto il vaccino, e di questi nessuno ha sviluppato sintomi della COVID-19; 1.073 avevano ricevuto invece un placebo, e quattro di loro hanno sviluppato sintomi della malattia.

(AP Photo/Paul Sancya, Pool)