I carabinieri e l'ambulanza sul luogo degli spari, a Colle Romito (ANSA/CLAUDIO PERI)
  • Italia
  • domenica 13 Giugno 2021

Un uomo ha ucciso un anziano e due bambini ad Ardea, a sud di Roma

Ed è stato trovato morto poche ore dopo nella villetta in cui si era asserragliato

I carabinieri e l'ambulanza sul luogo degli spari, a Colle Romito (ANSA/CLAUDIO PERI)

Domenica mattina poco prima di mezzogiorno un uomo di 34 anni ha sparato alcuni colpi di arma da fuoco ad Ardea, in provincia di Roma, uccidendo una persona anziana e due bambini, che sono morti dopo essere stati trasportati in ospedale in elisoccorso. Il fatto è avvenuto nel quartiere residenziale di Colle Romito che si trova fuori dalla città, sul litorale, al confine con il comune di Anzio. Subito dopo aver sparato, l’uomo si è allontanato e si è chiuso in una villetta poco distante, circondato dalle forze dell’ordine. Poche ore dopo, è stato ritrovato morto all’interno della villetta.

I due bambini uccisi avevano 5 e 10 anni ed erano fratelli. Secondo ANSA tra i due e l’anziano ucciso ci sarebbe un rapporto di parentela. Non sono chiare le ragioni del gesto: il sindaco di Ardea, Mario Savarese, ha detto all’agenzia AGI che «si pensa che il tutto sia accaduto per futili motivi. Ma ancora non sappiamo nulla di preciso». Romano Catini, presidente del Consorzio di via di Colle Romito ad Adrea, ha detto al Corriere della Sera che poche ore prima di sparare l’uomo aveva litigato con il padre dei bambini, «per futili motivi». Sempre secondo Catini, l’uomo aveva avuto bisogno di cure per disturbi psichici.