Tutti i 27 stati membri dell’Unione Europea hanno ratificato la legge necessaria per accedere al Recovery Fund

Il commissario europeo al Bilancio, Johannes Hahn, ha detto che tutti i 27 stati membri dell’Unione Europea hanno completato i procedimenti parlamentari interni per accedere alle risorse che spettano loro nell’ambito del Next Generation EU, il piano di aiuti economici dell’Unione Europea per il rilancio dei paesi colpiti dalla pandemia, più spesso chiamato Recovery Fund.

Ogni parlamento doveva ratificare la cosiddetta “decisione sulle risorse proprie”: cioè la legge chiesta dall’Unione Europea agli stati per aumentare i contributi nazionali al bilancio europeo e avere le garanzie economiche per ottenere sui mercati finanziari il prestito dei circa 750 miliardi di euro previsti dal piano.

Il commissario europeo al Bilancio, Johannes Hahn (Johanna Geron, Pool via AP)