Il Principe Harry del Regno Unito (Chris Jackson/Getty Images)

Diana è stata uccisa da «una cultura di sfruttamento e pratiche immorali», ha detto il principe Harry

Lui e suo fratello William hanno molto criticato la BBC per la celebre intervista del 1995 alla madre, che fu ottenuta con metodi “disonesti”

Il Principe Harry del Regno Unito (Chris Jackson/Getty Images)

I figli della principessa Diana, William e Harry, hanno molto criticato la BBC per la famosa intervista a Diana del 1995, che secondo un’indagine indipendente commissionata dalla stessa BBC fu ottenuta con metodi “disonesti”.

Nell’intervista Diana parlò del tradimento del marito Carlo e dei difficili rapporti con la monarchia, e la cosa fece molto scalpore perché era la prima volta che qualcuno tra le prime file della famiglia reale parlava apertamente di tradimenti, problemi coniugali e di salute. A distanza di 26 anni, la BBC si è scusata dopo aver scoperto che il suo giornalista Martin Bashir aveva fatto produrre dei documenti falsi per ottenere l’intervista.

– Leggi anche: La più famosa intervista con Diana fu ottenuta con metodi “disonesti”

I figli di Diana hanno commentato i risultati dell’indagine con due comunicati separati. Harry ha parlato dell’indagine interna della BBC come del «primo passo verso la giustizia e la verità» e ha aggiunto:

Nostra madre era una donna incredibile che ha dedicato la sua vita a servire gli altri. Era resiliente, coraggiosa e indiscutibilmente onesta. La reazione a catena di una cultura di sfruttamento e pratiche immorali alla fine la uccise.

William ha detto invece che il metodo ingannevole con cui era stata ottenuta l’intervista aveva influenzato in modo sostanziale ciò che la madre aveva detto. Ha aggiunto che gli errori commessi dalla BBC «hanno contribuito in modo significativo alle sue paure [di Diana], alle paranoie e all’isolamento che ricordo di quegli ultimi anni con lei», oltre che a peggiorare la relazione dei suoi genitori. «Ma ciò che mi rende più triste», ha detto ancora William, «è che se la BBC avesse indagato a dovere sulle lamentele e le preoccupazioni che erano state sollevate nel 1995, mia madre avrebbe saputo che era stata ingannata».

Un’indagine interna della BBC all’epoca infatti non riscontrò particolari problemi, ma la nuova inchiesta ha concluso che all’epoca furono effettuate poche e sommarie verifiche. Bashir si è scusato per aver falsificato i documenti, ma ha ribadito che non avrebbero in alcun modo influito sulla decisione di Diana di farsi intervistare. William ha detto che l’intervista non dovrebbe mai più essere mandata in onda.

– Leggi anche: «Mi ha trattato nel modo in cui era stato trattato lui»