• Mondo
  • domenica 25 Aprile 2021

Sono stati trovati i resti del sottomarino militare indonesiano scomparso

Domenica mattina sono stati trovati i resti del sottomarino militare indonesiano KRI Nanggala 402, che era scomparso mercoledì e il cui affondamento era stato confermato già sabato. Il capo delle forze armate dell’Indonesia, Hadi Tjahjanto, ha confermato la morte di tutti e 53 i membri dell’equipaggio.

Il sottomarino è stato trovato spezzato in tre parti a più di 800 metri di profondità; è stato possibile verificarlo grazie a un mezzo sottomarino attrezzato con una videocamera che la marina indonesiana ha preso in prestito da Singapore. Non è ancora chiaro come mai il sottomarino sia affondato.

Il KRI Nanggala 402, costruito in Germania nel 1977, era uno dei cinque sottomarini in dotazione alla marina indonesiana. Mercoledì stava conducendo un’esercitazione con dei siluri a circa 96 chilometri dalla costa nord di Bali, ma a un certo punto aveva smesso di comunicare. Vicino alla posizione in cui si trovava prima di immergersi erano state trovate delle tracce di carburante, che avevano fatto ipotizzare un danno al serbatoio come causa dell’incidente.

Erano state organizzate delle missioni di ricerca internazionali per ritrovare il sottomarino ma fin da subito la marina indonesiana aveva temuto che il sottomarino fosse finito a profondità troppo elevate perché i membri dell’equipaggio potessero essere sopravvissuti.

Resti del sottomarino indonesiano scomparso fotografati sott'acqua (Marina indonesiana via AP, La Presse)