• Mondo
  • venerdì 23 Aprile 2021

Almeno 13 persone sono morte in un incendio nel reparto di terapia intensiva di un ospedale a nord di Mumbai, in India

Venerdì sono morte almeno 13 persone per un incendio scoppiato nel reparto di terapia intensiva di un ospedale a Virar, 70 chilometri a nord di Mumbai, in India. Nell’ospedale erano in cura 90 pazienti, 18 dei quali nel reparto di terapia intensiva in cui è avvenuto l’incendio, di cui per ora non si conoscono le cause. L’ospedale si trova nello stato indiano di Maharashtra, dove la situazione provocata dall’epidemia da coronavirus è molto critica e dove molte strutture ospedaliere non hanno abbastanza ossigeno per curare i pazienti. Giovedì 22 persone erano morte nell’ospedale della città di Nashik, a 170 chilometri da Mumbai, proprio per la mancanza di ossigeno.

– Leggi anche: La terribile seconda ondata in India

Operatori sanitari trasportano una paziente fuori dall'ospedale dove è scoppiato l'incendio a Virar, vicino a Mumbai, in India, il 23 aprile (AP Photo/Rajanish Kakade)