È morto a 50 anni il rapper americano DMX

Il rapper americano DMX, nome d’arte di Earl Simmons, è morto venerdì a 50 anni dopo alcuni giorni in ospedale, ha detto un portavoce della sua famiglia al sito Pitchfork. DMX, diventato famoso alla fine degli anni Novanta tra le altre cose con la canzone “Party Up”, e ricordato anche per una voce particolarmente roca e inusuale nel rap, era stato per un po’ uno degli artisti hip hop più apprezzati e di successo della scena newyorkese. Secondo Pitchfork, era stato ricoverato dopo quella che sembra essere stata un’overdose, in seguito alla quale aveva avuto un infarto.

(Theo Wargo/ Getty Images)