(Wikimedia Commons)
  • Cultura
  • giovedì 18 Febbraio 2021

Chi era Audre Lorde, la poeta protagonista del doodle di oggi

Si definiva “una poeta nera, lesbica, madre e guerriera”: nacque il 18 febbraio di 87 anni fa

(Wikimedia Commons)

Google ha dedicato il doodle di oggi ad Audre Lorde, poeta e scrittrice statunitense che nacque il 18 febbraio di 87 anni fa.

Lorde nacque a New York da genitori immigrati dai Caraibi negli Stati Uniti e fin da piccola mostrò una spiccata propensione per la scrittura, e per la poesia in particolare. Nel 1951 scrisse il poema Spring per il giornale scolastico del suo liceo, che però venne respinto e giudicato non pubblicabile. Il poema venne poi pubblicato dalla rivista Seventeen.

Dopo essersi laureata allo Hunter College di New York nel 1959, Lorde ottenne un master in Amministrazione Libraria alla Columbia University, e negli anni successivi lavorò come bibliotecaria e come insegnante di inglese nelle scuole pubbliche di New York. Continuò a scrivere poesie e nel 1968 venne pubblicata la sua prima raccolta, The First Cities. Nelle sue poesie, Lorde affrontava temi di giustizia sociale e razziale, ma parlava anche di sessualità: si definiva “una poeta nera, lesbica, madre e guerriera”.

Insegnò anche nella Germania dell’Ovest, dove guidò il movimento femminista locale, e scrisse diversi saggi, alcuni dei quali raccolti in Burst of Light, del 1989, che vinse l’American Book Award.

Si dichiarò apertamente lesbica durante l’adolescenza, ma nel 1962 si sposò con un uomo dal quale ebbe due figli. Successivamente divorziò e ricominciò a frequentare donne: la sua ultima compagna fu Gloria I. Joseph, con cui visse alle Isole Vergini fino alla morte, avvenuta il 17 novembre del 1992.