(Il Post)

12 cose che abbiamo comprato questo mese

Un cappuccinatore (sic), un pedale effetto, un paio di pantaloni di pile, una serra e un pelapatate molto efficace, tra le altre cose

(Il Post)


Wishlist è la rubrica mensile in cui parliamo degli acquisti online personali dei redattori, e vi suggeriamo oggetti che abbiamo provato noi stessi, di cui siamo soddisfatti al punto di consigliarveli. Prima questi oggetti arrivavano in redazione. Da quando la normalità è parzialmente sospesa, arrivano direttamente nelle nostre case.

Un cappuccinatore
Nei mesi passati, fare colazione fuori è stata per molti di noi un’esperienza irrealizzabile. Non potendo andare al bar a bere un cappuccino, un redattore ha deciso che il cappuccino sarebbe venuto a lui, e ha comprato un “cappuccinatore” (si chiama così, davvero): l’Aeroccino 4 di Nespresso. I risvegli sono un po’ più piacevoli, dice, ma avverte che potrebbe non essere molto pratico per le famiglie numerose. Sul sito di Nespresso l’Aeroccino costa 80 euro, ma al momento è esaurito. C’è anche su Amazon, ma costa 107 euro.

(Il Post)

Una macchina per il caffè americano, da uno
Con motivazioni simili al redattore che si è procurato il cappuccinatore, una redattrice cercava una macchina per il caffè americano. Ne cercava una che non fosse troppo grande, però, dato che vive sola. L’ha trovata della misura perfetta, come si nota dall’immagine qui sotto. È piccola, non ingombra, produce la dose adatta a una sola persona, ma può arrivare fino a tre tazze abbondanti, quando serve. L’ha comprata su Amazon a 27 euro insieme a questa miscela di caffè che non conosceva, ma che dice di trovare molto buona.

(Il Post)

Un pelapatate
Ben due redattori, senza mettersi d’accordo, hanno comprato questo pelapatate Victorinox, e concordano sul fatto che sia il miglior pelapatate che abbiano mai usato. Ne deduciamo che esista una categoria di persone che ha opinioni molto articolate e definite sui pelapatate, e che questo è il pelapatate perfetto per quella categoria di persone. Pela anche un sacco di altre cose, comunque, e costa 6 euro, su Amazon.

(Il Post)

Una serra
Tra le varie piante che popolano l’invidiatissimo terrazzo di una redattrice, c’è anche un giovane limone. Per aiutarlo a superare i mesi più freddi, la redattrice gli ha comprato una piccola serra. Il limone è in forma, questa specifica serra invece è esaurita: su Amazon, però, se ne trovano di molto simili, a partire da 33 euro.

(Il Post)

Un porta posate
L’inizio dell’anno è quel periodo in cui si è più motivati a riorganizzare le proprie cose, trovando un ordine migliore per tutto. Una redattrice voleva farlo con il cassetto delle posate, e ha trovato un porta posate regolabile in bambù, che essendo, appunto, regolabile si adatta perfettamente al suo cassetto. Ed è anche elegantino, che non guasta. Costa 27 euro, su Amazon.

(Il Post)

Pantaloni di pile e Adidas versione “vegan”
Una redattrice desiderava da mesi dei nuovi pantaloni comodi per lavorare da casa (del resto è la moda del momento), ma nonostante l’algoritmo di Instagram lo avesse capito non le proponeva nessun modello davvero soddisfacente. A risolvere la situazione sono stati i saldi di North Face: la redattrice ha trovato questi «favolosi» pantaloni di pile fucsia (c’è anche una versione in grigio scuro). Oltre che comodi, tengono molto caldo. «Vorrei averli avuti per tutti quegli anni in cui le mestruazioni mi causavano terribili dolori muscolari alle cosce», dice la redattrice. In sconto costano 50 euro, sul sito di North Face (ne sono rimasti pochi, ma qualcosa c’è ancora).

(Il Post)

Nella foto i pantaloni di pile sono abbinati all’altro acquisto del mese della redattrice: un paio di Adidas Continental 80. Ne aveva già un paio molto amato, ormai semi-distrutto, e ha deciso di ricomprarle nella versione “vegan”. La tomaia è fatta per il 70 per cento di materiali riciclati ed è in pelle sintetica (l’effetto “pelle” è ottenuto con il poliuretano), la soletta è di sughero, mentre la suola è stata ottenuta per il 10 per cento da gomma riciclata e per il 90 per cento da gomma naturale. L’intersuola invece è fatta con una schiuma ottenuta dalle alghe. I lacci sono fatti di carta, ma nella scatola c’è anche un paio di lacci normali, per chi preferisce cambiarli.

Una casseruola in ghisa
Una redattrice che ultimamente ha sperimentato nuovi metodi di cottura ha comprato una casseruola rossa, in ghisa, da 31 centimetri. Ha già provato a farci il pane in forno (è venuto benissimo) e il goulash sul fuoco (è venuto benissimo). La casseruola è del marchio svizzero Spring, e costa 180 euro.

(Il Post)

Un colino cinese
«È un colino: però è più comodo per alcune cose, perché è molto profondo e puoi cuocerci la pasta dentro, oppure puoi lavarci il riso», ha spiegato un redattore ai colleghi che chiedevano «Cos’è un colino cinese?». «Mi ricorda l’uomo di latta del mago di Oz», ha commentato qualcuno. Costa 18 euro, su Amazon.

(Il Post)

Un peluche 
Un redattore che prende giustamente molto sul serio la sua qualifica di zio ha comprato per la sua nipotina un peluche «a forma del mio cane» (il cane si chiama Cesare, ed è una piccola celebrità in redazione; la nipotina si chiama Edith, e la sua fama non conosce confini). Edith è troppo piccola per dirlo a parole, ma a suo modo ha mostrato di apprezzare molto questo regalo. Il peluche a forma di Cesare costa 12 euro.

(Il Post)

Un pedale effetto
Un redattore ha comprato un pedale effetto (lo definisce «un granular delay matto»). Dice che in genere si usa per la chitarra, ma lui lo usa anche per altro. È uno di quei casi in cui bisogna avere un po’ di dimestichezza con l’argomento: per chi non ce l’ha, qui si capisce meglio come funziona. Costa 300 euro, sul sito di Red Panda.

(Il Post)

Una cannetta con piume per gatti
Una redattrice che ha una gatta molto piccola (circa sei mesi) le ha preso la Cannetta Bird: un gioco formato da una bacchetta con una cordicella a cui è attaccato un mazzetto di piume che, secondo chi lo produce, dovrebbe imitare «l’aspetto e il “rumore” della preda in volo». Sulla verosimiglianza con i volatili vivi non ci sentiamo di esprimere un parere, ma sicuramente desta un certo entusiasmo.
Costa circa 2 euro, su Zooplus.

(Il Post)

Se ne vuoi ancora, qui trovi tutte le liste degli oggetti che abbiamo comprato nei mesi passati.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.