• Mondo
  • mercoledì 3 Febbraio 2021

Più di 1400 persone sono state arrestate in Russia nelle proteste contro la condanna di Alexei Navalny

Martedì, dopo la decisione del tribunale di Mosca di condannare a 3 anni e mezzo di carcere Alexei Navalny, il più importante oppositore del presidente russo Vladimir Putin, ci sono state ulteriori manifestazioni di protesta in tutta la Russia. In un solo giorno ci sono stati oltre 1400 arresti, secondo OVD-info, un’associazione che monitora la persecuzione politica in Russia.

– Leggi anche: Alexei Navalny è stato condannato a 3 anni e mezzo di carcere

La maggior parte degli arresti, più di 1.100, è avvenuta nella capitale Mosca, dove sono state filmate violenze degli agenti di polizia nei confronti dei manifestanti. Altre 246 persone sono state arrestate a San Pietroburgo e poche decine sparse per altre città russe. Dopo il ritorno di Navalny in Russia, il 17 gennaio, e dopo il suo immediato arresto, erano iniziate proteste in tutto il paese.

L'arresto di un manifestante a Mosca, durante le proteste contro la condanna di Alexei Navalny (AP Photo/Denis Kaminev, LaPresse)