Elon Musk ha detto che Apple si sarebbe rifiutata di comprare Tesla, anni fa

Martedì Elon Musk, fondatore della compagnia di automobili elettriche Tesla, ha scritto su Twitter che «nei giorni più bui del programma della Model 3» avrebbe contattato Tim Cook, il ceo di Apple, per discutere la possibilità di un’acquisizione di Tesla «per un decimo del suo valore attuale». Secondo Musk, Cook si sarebbe rifiutato perfino di organizzare la riunione.

Musk ha scritto il tweet commentando indiscrezioni pubblicate martedì da Reuters, secondo cui Apple starebbe per produrre il proprio modello di auto elettrica e a guida autonoma entro il 2024, con batterie di nuova generazione. Indiscrezioni simili legate ad Apple sono apparse anche negli anni scorsi, e per ora non si sono mai concretizzate.

Quando Musk parla dei «giorni più bui del programma della Model 3» fa probabilmente riferimento al 2017, quando Tesla entrò in grave crisi a causa delle difficoltà di produzione del suo ultimo modello di auto elettrica (la Model 3, appunto) e andò molto vicina al fallimento, secondo quanto raccontato dallo stesso Musk. Successivamente l’azienda si è ripresa e ha ottenuto un successo eccellente: oggi Tesla è uno dei produttori d’auto più ricchi del mondo ed è appena entrata nel listino S&P 500 della borsa di New York, uno dei più prestigiosi.

– Leggi anche: Tesla è diventata la prima società automobilistica del mondo per valore in borsa

Elon Musk (Maja Hitij/Getty Images)