• Italia
  • domenica 1 Novembre 2020

I dati sul coronavirus in Italia di oggi, domenica 1 novembre

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 29.907 nuovi casi positivi da coronavirus e 208 morti a causa del Covid-19. Le persone attualmente ricoverate sono 20.841 (1.032 in più rispetto a ieri), di cui 1.939 nei reparti di terapia intensiva (96 in più di ieri) e 18.902 ricoverate con sintomi (936 in più di ieri). Sono stati analizzati 183.457 tamponi e testate 117.478 persone. È risultato positivo il 16,3 per cento dei tamponi di cui è stato comunicato il referto. Ieri i contagi registrati erano stati 31.756, i decessi 297.

Il maggior numero di nuovi casi positivi è stato rilevato in Lombardia (8.607). Seguono Campania (3.860), Toscana (2.379), Lazio (2.351), Veneto (2.300), Piemonte (2.024), Emilia-Romagna (1.758) e Sicilia (1.095). Le province in cui è stato accertato il numero maggiore di casi sono Milano (3.695), Napoli (2.431), Roma (1.726), Torino (1.240), Varese (1.238), Monza e Brianza (1.195), Firenze (750), Vicenza (580), Caserta (574), Padova (541), Bologna (536), Bolzano (534) e Perugia (509).

Le principali notizie di oggi

Le cose da sapere sul coronavirus

  • Dato significativo sulle terapie intensive: alcune regioni italiane, in termini di ricoveri in terapia intensiva di malati di Covid-19, stanno raggiungendo il loro picco ora, durante la seconda ondata. Sicilia e Sardegna hanno già superato i numeri fatti registrare in primavera, mentre Campania, Lazio e Umbria si stanno avvicinando molto al loro massimo (si parla di malati di Covid-19, non dell’occupazione dei letti di terapia intensiva, che include anche i malati di altre patologie). I numeri migliori che mostrano la situazione attuale delle terapie intensive si trovano qui.
  • Per tutto il giorno ci sono state grandi attenzioni per un tweet pubblicato dall’account di Giovanni Toti, governatore della Liguria, con scritto: «Per quanto ci addolori ogni singola vittima del Covid-19 dobbiamo tenere conto di questo dato: solo ieri tra i 25 decessi della Liguria, 22 erano pazienti molto anziani. Persone per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del paese che vanno però tutelate». Toti ha poi specificato che il tweet era stato un «errore del social media manager», e che era stato malamente estrapolato da un post su Facebook molto più lungo e articolato, questo. Toti comunque ha chiesto scusa.
  • Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, è risultato positivo al coronavirus, ma è asintomatico.
  • Attilio Fontana, presidente della Lombardia, ha scritto su Facebook che una questione di cui si è parlato questa mattina durante la riunione tra regioni e governo è stata l’opportunità o meno di adottare le stesse misure restrittive in tutto il territorio nazionale, in maniera uniforme. Fontana sostiene che si debba fare così, ma non tutti sono d’accordo.
  • Non si hanno certezze sul nuovo Dpcm (decreto del presidente del Consiglio dei ministri), né sui contenuti né su quando verrà firmato. Il Corriere scrive che si sta parlando di coprifuoco dalle sei di sera, della mobilità tra regioni, della chiusura di centri commerciali almeno nei weekend, tra le altre cose. Repubblica cita anche una possibile riduzione della mobilità per gli over 70. Domattina riprenderanno i colloqui tra le parti coinvolte.
  • Breve ripasso delle cose da sapere quando: si sviluppano sintomi compatibili con quelli del Covid-19; si è entrati in contatto con un positivo; si vuole comprare un saturimetro.

– Leggi anche: I numeri dei contagi da coronavirus nei diversi paesi europei

(ANSA/MASSIMO PERCOSSI)