• Mondo
  • mercoledì 30 Settembre 2020

Il Regno Unito ha imposto delle sanzioni contro il presidente bielorusso Alexander Lukashenko

Il 29 settembre il Regno Unito ha imposto delle sanzioni nei confronti del presidente bielorusso Alexander Lukashenko e di altri sette funzionari del governo, ritenuti responsabili di brogli durante le contestate elezioni presidenziali dello scorso agosto, che hanno causato grosse proteste in tutto il paese. Le sanzioni sono state annunciate dal ministro degli Esteri britannico Dominic Raab e seguono provvedimenti analoghi presi dal governo del Canada nei confronti della Bielorussia. Le sanzioni prevedono il divieto di viaggio e il congelamento di ogni asset nel Regno Unito o in Canada riconducibile a Lukashenko, a suo figlio e ad altri sei funzionari bielorussi.

– Leggi anche: La strana storia dei mercenari russi del “gruppo Wagner” in Bielorussia

(AP Photo/Alexander Zemlianichenko)