I nuovi Apple Watch e tutto il resto

Apple ha appena presentato nuovi smartwatch che rilevano il livello di ossigeno nel sangue, una versione più economica dei suoi orologi e due nuove versioni di iPad

Ieri Apple ha presentato i nuovi Apple Watch e due aggiornamenti per gli iPad, nel corso di un evento organizzato nella sua sede a Cupertino, vicino a San Francisco in California. Come era già avvenuto per una precedente presentazione, l’evento è stato organizzato senza pubblico a causa della pandemia da coronavirus e ha avuto diversi presentatori, oltre al CEO della società Tim Cook.

Come anticipato nelle scorse settimane, Apple non ha presentato nuovi iPhone, avendo accumulato qualche ritardo nello sviluppo e nella produzione a causa della pandemia, e dovrebbe dedicare ai suoi smartphone un successivo evento entro qualche settimana.

Apple Watch Series 6
Il nuovo modello di Apple Watch riprende esteticamente il medesimo design delle due versioni precedenti del suo smartwatch. A differenza dei predecessori, il Series 6 ha qualche sensore in più, a cominciare da un sistema per rilevare il proprio livello di ossigeno nel sangue. L’orologio effettua la misurazione automaticamente diverse volte durante il corso della giornata, ma è possibile effettuare una rilevazione in qualsiasi momento tramite un’app che impiega 15 secondi per dare un risultato. C’è naturalmente anche il sensore per rilevare il battito cardiaco, come sulle versioni precedenti.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

Apple ha annunciato l’avvio di tre progetti di ricerca con alcuni dei più grandi istituti scientifici degli Stati Uniti, che potranno impiegare i suoi smartwatch per condurre studi sull’asma, sui problemi cardiaci e sugli effetti della COVID-19, la malattia causata dal coronavirus e che in alcuni casi può comportare sintomi gravi a carico dell’apparato respiratorio.

Il nuovo smartwatch ha un processore S6, fino al 20 per cento più veloce rispetto alla versione precedente impiegata sui Series 4 e con alcune modifiche sui Series 5. Il modello presentato ieri offre inoltre una maggiore velocità di carica, circa 90 minuti per essere caricato completamente, e un’autonomia di 18 ore.

(Apple)

Il quadrante del Series 6 è fino a due volte e mezza più luminoso del modello precedente, cosa che dovrebbe rendere più leggibili ora, notifiche e applicazioni anche in piena luce solare. È stato inoltre aggiunto un altimetro che fornisce in tempo reale dati sulla quota a cui ci si trova, un’opzione utile soprattutto per chi fa escursionismo in montagna.

La cassa dell’orologio è disponibile nei colori argento, grigio siderale, alluminio color oro e blu, con una nuova serie di cinturini.

I nuovi Apple Watch Series 6 saranno in vendita dal 18 settembre a un prezzo di partenza di 439 euro per la versione senza connessione cellulare, e di 539 euro per i modelli in grado di collegarsi direttamente alla rete cellulare senza la necessità di passare tramite un iPhone.

Apple Watch SE
Apple ha presentato anche una versione più economica dei suoi smartwatch, che può essere considerata l’erede degli orologi della Series 3. I nuovi Apple Watch SE hanno diverse funzionalità in comune con i nuovi Series 6, ma non sono dotati né di quadrante sempre attivo per leggere l’ora (si attiva solo quando si gira il polso per guardare l’orologio) né di sensore per la rilevazione dei livelli di ossigeno nel sangue. Manca anche la funzione per effettuare un elettrocardiogramma completo, introdotta a partire dai modelli della Series 4.

Il processore all’interno degli Apple Watch SE è lo stesso dei Series 5, quindi offre circa il doppio della potenza di calcolo rispetto alla versione originariamente utilizzata sui Series 3. Il quadrante è più ampio del 30 per cento rispetto al Series 3, perché il nuovo modello utilizza lo stesso design introdotto a partire dai Series 5 lo scorso anno.

(Apple)

L’idea alla base dell’Apple Watch SE è di offrire buona parte delle funzionalità degli Apple Watch, ma a un prezzo più contenuto, un po’ come avviene con il modello di iPhone SE rispetto a quelli più elaborati e costosi. Il prezzo di partenza per il modello base è di 309 euro e di 359 euro per quello con possibilità di collegarsi direttamente alla rete cellulare. Sarà disponibile a partire dal 18 settembre.

Series 3
Apple ha comunque mantenuto in vendita anche il Series 3, senza aggiungere modifiche e quindi offrendolo a un prezzo ancora più basso. Il modello base costa 229 euro.

(Apple)

Niente alimentatore
Tutti gli Apple Watch in vendita da ora in poi non avranno nella confezione l’alimentatore, ma solamente il cavo magnetico per la ricarica, da collegare a un alimentatore che già si possiede. In questo modo Apple dice di volere ridurre il proprio impatto ambientale, considerato che nel corso degli anni tra smartphone e altri dispositivi tutti hanno accumulato in casa più alimentatori e di vario tipo. La stessa politica dovrebbe essere adottata per i prossimi iPhone, ma per ora non ci sono state conferme ufficiali da parte dell’azienda.

Famiglia
Per i membri della famiglia che non hanno un iPhone, come bambini e anziani, Apple ha introdotto una nuova opzione che consente di configurare più Apple Watch attraverso un solo iPhone. Ogni smartwatch impostato con la funzione famiglia può essere gestito in remoto e se ne possono limitare alcune funzionalità, a seconda delle esigenze. L’opzione può essere utilizzata per rimanere in contatto con i propri figli piccoli e sapere dove si trovano, oppure come strumento di sicurezza nel caso di emergenze con le persone anziane.

(Apple)

Fitness+
I proprietari di Apple Watch potranno accedere al nuovo servizio Fitness+, che dà la possibilità di seguire allenamenti personalizzati, che si aggiornano e adattano in base alle proprie prestazioni rilevate dai sensori dell’orologio. Fitness+ costa circa 9 euro al mese, ma nella sua fase iniziale sarà disponibile solo negli Stati Uniti e in pochi altri paesi, esclusa l’Italia.

iPad Air
Apple ha aggiornato l’iPad Air, il suo modello di tablet intermedio tra gli iPad base e gli iPad Pro. La nuova versione ha un design molto simile a quella degli iPad Pro, con bordi intorno allo schermo più sottili e il sensore delle impronte digitali che è stato spostato sul tasto di accessione, liberando più spazio nella parte frontale del dispositivo.

Lo schermo è da 10,9 pollici (2360 x 1640 pixel) e il tablet utilizza un processore A14 Bionic, che rende l’iPad Air fino al 40 per cento più veloce rispetto al modello precedente. Ha una porta USB-C che dovrebbe rendere il tablet un po’ più versatile nel collegamento con dispositivi esterni rispetto alla precedente porta con uno standard proprietario di Apple.

(Apple)

La fotocamera posteriore è da 12 megapixel, mentre quella frontale è da 7 megapixel. Il dispositivo è compatibile con Apple Pencil per scrivere e disegnare direttamente sullo schermo, e con diversi altri accessori disponibili per gli iPad Pro.

Il nuovo iPad Air ha un prezzo di partenza di 669 euro e sarà disponibile a partire da ottobre. I colori disponibili: argento, grigio siderale, oro rosa, verde e celeste.

iPad
Il modello base di iPad è stato aggiornato con la sostituzione del processore: ora ha la versione A12, più veloce. Il design è invece rimasto lo stesso, con la possibilità di utilizzare accessori come Apple Pencil.

La nuova versione di iPad è venduta a un prezzo di partenza di 389 euro.

Apple One
Negli ultimi anni Apple ha esteso sensibilmente la quantità di servizi disponibili attraverso i suoi dispositivi e non solo. Per fare un po’ di ordine e dare la possibilità di gestire tutto in un unico abbonamento, ieri è stato presentato Apple One. Il programma prevede tre piani tra cui scegliere:
Individual con Apple Music, Apple TV+, Apple Arcade e 50 GB di spazio iCloud a 14,95 euro al mese;
Family con Apple Music, Apple TV+, Apple Arcade e 200 GB di spazio iCloud a 19,95 euro al mese, da condividere con un massimo di sei persone in famiglia;
Premier con Apple Music, Apple TV+, Apple Arcade, Apple News+ e Apple Fitness+ (dove disponibili) e 2 TB di spazio iCloud per 29,95 euro al mese, sempre con un massimo di sei familiari con cui condividerlo.

I piani Individual e Family saranno disponibili dall’autunno, mentre il piano Premier per ora riguarderà una selezione ristretta di paesi tra i quali non è compresa l’Italia.

iOS 14 e watchOS 7
Le nuove versioni dei sistemi operativi per iPhone, iPad e Apple Watch annunciate all’inizio dell’estate saranno disponibili per il download a partire da oggi, mercoledì 16 settembre. Per evitare brutte sorprese, è sempre meglio effettuare un backup dei dati prima di procedere con l’aggiornamento.

E gli iPhone?
Come aveva anticipato all’inizio dell’estate, quest’anno Apple non presenterà i nuovi iPhone a settembre, come avvenuto quasi sempre negli ultimi anni. Il ritardo è dovuto ai contrattempi causati dalla pandemia sia nella fase di ultimazione dei nuovi modelli sia dell’avvio della loro produzione. Gli iPhone 12 saranno quindi presentati tra qualche settimana (non c’è ancora una data ufficiale) nel corso di un ulteriore evento.