• Mondo
  • venerdì 4 Settembre 2020

È stato trovato un secondo sopravvissuto della nave cargo affondata al largo del Giappone

È stato soccorso un secondo membro dell’equipaggio della Gulf Livestock 1, una nave mercantile naufragata mercoledì al largo delle coste giapponesi dopo che era stata colpita dal tifone Maysak. La nave trasportava 6mila bovini e 43 membri dell’equipaggio, 39 di nazionalità filippina, due neozelandesi e due australiani. L’uomo soccorso ha 30 anni ed è di nazionalità filippina. Poche ore prima era stato ritrovato il cadavere di un altro membro dell’equipaggio mentre mercoledì notte era stato soccorso il primo ufficiale della nave, il 45enne filippino Eduardo Sareno. L’uomo aveva raccontato che il motore si era rotto e che la nave era stata poi colpita da un’onda e si era capovolta.

Nel frattempo il ministero degli Esteri neozelandese ha detto che la Gulf Livestock 1, una nave battente bandiera panamense di 139 metri e costruita nel 2002, aveva lasciato il paese il 14 agosto; sarebbe dovuta arrivare in Cina 17 giorni dopo. Dopo l’incidente la Nuova Zelanda ha sospeso le esportazioni di bestiame per valutare cosa abbia causato l’affondamento e se la nave avesse tutti i requisiti per viaggiare in sicurezza.

Il secondo sopravvissuto della nave, 4 settembre 2020 (Japan Coast Guard, 10th Regional Coast Guard Headquarters via Getty Images)