Monica Vitti e Michelangelo Antonioni al festival di Venezia nel 1962 (Keystone/Hulton Archive/Getty Images)
  • Cultura
  • martedì 1 Settembre 2020

Il Festival di Venezia in bianco e nero

Una raccolta fotografica vintage tra abbracci, firme di autografi e red carpet affollati, che quest'anno non rivedremo

Monica Vitti e Michelangelo Antonioni al festival di Venezia nel 1962 (Keystone/Hulton Archive/Getty Images)

Domani inizierà il 77esimo Festival di Venezia, uno dei più importanti concorsi cinematografici al mondo, nonché il più antico nella storia del cinema. Dopo mesi di eventi cancellati per via della pandemia da coronavirus, il festival richiamerà attori, registi, critici, giornalisti e celebrità varie, che sfileranno sul red carpet e poseranno per i fotografi, pur dovendo rispettare alcune norme di distanziamento. Dato che si cercherà di evitare ogni assembramento, il pubblico non potrà assieparsi per l’arrivo dei famosi nella Sala Grande, quella delle proiezioni principali e delle premiazioni, e i film si guarderanno con la mascherina.

In attesa delle foto che arriveranno, che vi provochino speranza o sconforto, abbiamo messo insieme una raccolta di vecchie immagini in bianco e nero delle passate edizioni della mostra: ne raccontano lo splendore e una certa spensieratezza che conservano anche oggi. Ci sono Sean Connery che guida una lancia, Maria Callas circondata da marinai in divisa, Brigitte Bardot al centro di un assiepamento tutto per lei, Henry Fonda che firma autografi al Lido, l’ex re britannico Edoardo VIII con la moglie Wallis Simpson, Monica Vitti con Michelangelo Antonioni, Elizabeth Taylor e Claudia Cardinale insieme a tavola. E poi sorrisi, flash, strette di mano, Leoni d’oro sollevati, chiacchiere e abbracci, cose che un po’ rivedremo ancora e un po’ no.