(gamespark.jp)

In tutto il mondo si gioca a Fall Guys

A meno di un mese della sua uscita, un gioco online con pupazzetti che corrono alla rinfusa sta battendo record su record

(gamespark.jp)

A meno di un mese dalla sua uscita, il videogioco online Fall Guys: Ultimate Knockout è diventato il più scaricato di sempre dagli abbonati al servizio PlayStation Plus su scala mondiale. Le copie digitali del gioco acquistate da pc sono arrivate finora a 7 milioni, per un totale di oltre 22 milioni di giocatori distribuiti in ottanta paesi: il trentatré per cento negli Stati Uniti, l’otto per cento nel Regno Unito, il sei per cento in Giappone e quasi il tre per cento in Italia.

Sono ritenuti numeri eccezionali, anche perché è un gioco online dalla struttura semplice ed essenziale, con pupazzetti che corrono alla rinfusa per evitare di essere eliminati, a cui si gioca con soli quattro comandi. Eppure si ritene ci siano delle ragioni ben precise dietro al suo successo, a cominciare dal periodo in cui è stato pubblicato.

Fall Guys: Ultimate Knockout è un videogioco a piattaforme sviluppato da Mediatonic e ispirato a programmi televisivi come Takeshi’s Castle e Wipeout, quelli in cui dei concorrenti erano chiamati a superare dei percorsi a ostacoli per eliminare tutti gli avversari fino alla vittoria. Ogni partita di Fall Guys inizia con sessanta giocatori presi casualmente online. Livello dopo livello, ciascun giocatore deve cercare di sopravvivere, concludendo i percorsi prima degli altri o partecipando a giochi di squadra a eliminazione. Non esistono scorciatoie o trucchi e si ha solamente una possibilità a partita. Più si gioca e più punti si guadagnano per personalizzare il proprio personaggio.

A meno di un mese dalla sua uscita, già si parla di nuovi livelli e collaborazioni con brand di tutto il mondo, i quali vorrebbero sfruttarne la visibilità. L’opinione tra giocatori ed esperti del settore è che dietro al successo di Fall Guys ci siano almeno due o tre fattori. Il primo è l’accessibilità. Il gioco è infatti ancora gratuito per gli iscritti a PlayStation Plus, mentre il suo prezzo al pubblico non supera i venti euro. Le partite iniziano velocemente e non ci sono le attese, spesso lunghe, comuni a tanti altri giochi online. Tutti possono giocarci, non essendo affatto complicato: si gioca con tre tasti, oltre a quelli direzionali, e grossomodo si deve solo correre, saltare e spingere. I personaggi sono diversi nell’aspetto ma non nelle prestazioni.

La varietà dei livelli, i quali verranno peraltro aggiornati di frequente, elimina il rischio che un gioco così elementare diventi anche ripetitivo e quindi alla lunga noioso. C’è poi una ragione legata al periodo che si sta vivendo da alcuni mesi a questa parte in quasi tutto il mondo. In Fall Guys non c’è violenza, soltanto un po’ di crudeltà. Non ci si spara come in Fortnite e non c’è l’atmosfera cupa di Call of Duty: Warzone, per esempio: è un modo divertente e spensierato di passare il tempo con altri cinquantanove sconosciuti e sovreccitati giocatori, che presto diventeranno ancora più numerosi. Il gioco dovrebbe arrivare presto nel mercato cinese e poi anche su smartphone e per le console Xbox One e Nintendo Switch.