È morto l’attore Gianrico Tedeschi

L’attore Gianrico Tedeschi è morto a 100 anni. Era nato a Milano nel 1920 e aveva iniziato a fare l’attore nella seconda metà degli anni Quaranta, dopo essere tornato da un campo di prigionia nazista in cui era stato portato a causa del suo rifiuto di aderire alla Repubblica di Salò, in seguito all’armistizio dell’8 settembre 1943. Tedeschi fu attore di teatro, televisione e cinema, e lavorò tra gli altri con Giorgio Strehler, Garinei e Giovannini, Roberto Rossellini e Mario Monicelli.

Come ha scritto la Stampa, Tedeschi era capace di passare «dai classici all’amato Pirandello, da Goldoni a Ionesco, lasciandosi alle spalle il loro valore letterario per viverne e rendere le emozioni dei loro personaggi» ed era «capace di recitare le sue battute con evidente, serio divertimento, come di mostrare una specie di impassibilità alla Buster Keaton che rende vitalmente disperato quel che dice con le parole e lo sguardo».

Tedeschi lavorò anche in radio, interpretando in Gran varietà, condotto da Raffaella Carrà, il “Conservatore della Domenica”, che come ha spiegato Repubblica era «un oratore che si esprime in un linguaggio ricercato per un pubblico che lo comprende solo a tratti». Partecipò inoltre a diverse pubblicità di Carosello, il programma preserale che con corti e animazioni portò la pubblicità sul canale RAI. In particolare, Tedeschi è ricordato come testimonial delle caramelle Sperlari.

(ANSA/ UFF.ST. / DBA)