• Mondo
  • mercoledì 22 Luglio 2020

In Alaska c’è stato un terremoto di magnitudo 7.8

Alle 22.12 locali (le 7.12 in Italia) c’è stata una scossa di terremoto di magnitudo 7.8 in Alaska, con epicentro vicino a Perryville, a circa 800 chilometri a sud-ovest di Anchorage. Il Pacific Tsunami Warning Center, uno dei due centri di allerta tsunami statunitensi, in un primo tempo aveva dichiarato che sarebbero stati possibili tsunami sulle coste fino a 300 chilometri dall’epicentro del sisma. In un secondo momento aveva poi ritirato l’allerta.

Nel marzo del 1964 l’Alaska fu colpita da un terremoto di magnitudo 9.2, il più forte mai registrato in Nord America. Causò ingenti danni ad Anchorage, la più grande città dello stato, e provocò uno tsunami che colpì il Golfo dell’Alaska, la costa occidentale degli Stati Uniti e le Hawaii. A causa del terremoto, e del conseguente tsunami, morirono più di 250 persone.

@GoogleMaps