La Commissione contenziosa del Senato ha annullato la delibera che aveva ridotto i vitalizi degli ex senatori

La Commissione contenziosa del Senato ha annullato la delibera del 2018 con cui la presidenza del Senato aveva ridotto i vitalizi degli ex senatori, stabilendo che dovessero essere calcolati su base contributiva (e non retributiva). Maurizio Paniz, avvocato che rappresentava circa un migliaio tra ex deputati ed ex senatori, ha spiegato che la delibera è stata annullata tra le altre cose perché era retroattiva e perché non si applicava a tutti i senatori ma solo a una parte (gli ex senatori). La riduzione dei vitalizi era stata voluta dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega, i cui rappresentanti nella Commissione contenziosa hanno votato contro l’annullamento delle delibera. A favore hanno votato il presidente della Commissione Giacomo Caliendo, di Forza Italia, e due membri tecnici.

Il Senato potrà fare ricorso contro la decisione della Commissione, che in base al principio di autogoverno del Senato ha giurisdizione sui ricorsi dei senatori contro gli atti amministrativi approvati dal Senato.

Panoramica dell'aula nel corso della discussione del ddl n. 1741 di conversione del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 sulla gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 al Senato, 4 marzo 2020 (ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI)