Una scena del film Snatched (2017)

Creme solari che costano poco, da comprare online

E un ripasso generale su SPF, UVA e UVB, per non farvi snobbare la 50

Una scena del film Snatched (2017)

Che abbiate la pelle chiara o scura, che siate di quelli che al sole si scottano sempre o di quelli che non si scottano mai, che quest’estate andiate al mare, in montagna, alla piscina di quartiere o sul vostro terrazzino, l’uso della crema solare è una questione di salute, che quindi riguarda un po’ tutti. L’eccessiva e prolungata esposizione della pelle ai raggi ultravioletti (UV), infatti, è tra i fattori di rischio più importanti per i tumori della pelle e, a meno che non abbiate intenzione di stare all’ombra tutta l’estate, la crema solare è la protezione più efficace a vostra disposizione. Per questo abbiamo cercato le creme solari più economiche che si trovano online, partendo da quelle con protezione più alta e assicurandoci che tutte proteggano sia dai raggi UVB che UVA.

Prima di tutto: come scegliere una crema solare
Ciò che garantisce che una crema solare faccia il suo lavoro, cioè protegga la pelle dai raggi UVB (quelli che causano eritemi e scottature), è la sigla SPF, e cioè Solar Protection Factor (fattore di protezione). Se sulla confezione della crema che volete comprare trovate “SPF” seguito da un numero, significa che la crema è stata sottoposta ai test di efficacia. Se c’è la sigla SPF potete stare tranquilli, a prescindere dal prezzo della crema in questione. Al posto di SPF, sulle confezioni di alcune creme solari c’è la sigla IP che sta per “indice di protezione”, oppure FP che sta per “fattore di protezione”: sono la stessa cosa.

Più il numero di SPF è alto, maggiore sarà la protezione: per convenzione si definisce protezione bassa quella che va da 6 a 10, media da 15 a 25, alta da 30 a 50 e molto alta la 50+. In breve, una crema solare con protezione 10 lascia passare un decimo dei raggi UVB (ne blocca quindi il 90 per cento), mentre una protezione 30 ne lascia passare un trentesimo, cioè il 3 per cento (ne blocca quindi il 97 per cento), e così via. Chi se la cava con la matematica e le frazioni, saprà che quindi c’è più differenza tra una crema 10 e una 30 di quanta ce ne sia tra una 30 e una 50, che sono in realtà molto simili. Nella categoria 50+ rientrano tutti gli SPF superiori a 50 (che bloccano quindi più del 98 per cento dei raggi UVB). Allo stesso tempo, i dermatologi consigliano di non scendere sotto l’SPF 8, un fattore già troppo basso per essere considerato una vera protezione.

SPF 5o+
Su Amazon e con consegna Prime la crema solare più conveniente è quella del marchio Amazon Solimo: quattro confezioni da 50 ml costano 8 euro e 60. Da 200 ml, ma in una confezione unica, c’è anche Garnier Ambre Solaire per bambini (che va bene ugualmente per gli adulti, soprattutto per quelli con la pelle sensibile) a 11 euro e Garnier Ambre Solaire Advanced a 10 euro.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

Se preferite la crema solare spray, c’è quella di Bilboa da 200 ml a 13 euro e Garnier Ambre Solaire da 200 ml a 14 euro. Se siete affezionati ad alcuni marchi particolari, potete guardare sul sito delle profumerie Douglas o sul negozio online di Sephora: in questi giorni le creme solari hanno sconti fino al 40 per cento. Altre creme solari economiche del marchio Aptonia si trovano sul sito di Decathlon: la 50+ da 200 ml costa 12 euro. Per chi si scotta spesso le labbra, sempre sul sito di Decathlon c’è questo stick due in uno (per labbra e per viso) a 7 euro

– Leggi anche: Tutto sulle creme solari

SPF 30
Su Amazon l’opzione in assoluto più economica è la confezione da 250 ml di Delice Solaire a 5 euro. Di meno economiche ma comunque convenienti ci sono quella da 200 ml di Garnier Ambre Solaire da 7,67 euro e quella da 200 ml di Angstrom, a 7,69 euro. Se preferite una confezione spray, la protezione 30 di Bilboa per bambini da 250 ml in questi giorni è in sconto a 10,60 euro. Sul sito di Decathlon la crema solare protezione 30 di Aptonia costa 9 euro per 150 ml. In sconto sul sito di Amica Farmacia c’è la confezione da 75 ml di Equilibra all’aloe a 5,60 euro oppure quella per bambini da 150 ml a 10,90 euro. Sempre su Amica Farmacia c’è uno stick per le labbra in sconto a 5,60 euro. Sui siti di Douglas e Sephora, i prezzi delle creme sono un po’ più alti, ma ci sono diversi sconti su marche come Clarins e Lancaster.

SPF 20
Su Amazon con consegna Prime trovate la confezione di Garnier Ambre Solaire da 200 ml a 7,50 euro oppure la confezione spray da 200 ml a 10,50 euro. Sempre nella confezione spray c’è la Nivea Sun da 200 ml, che costa 6,67 euro. Su Amica Farmacia c’è Equilibra all’aloe da 200 ml in sconto a 11 euro.

– Leggi anche: Quali saranno le regole per le spiagge

SPF 15
Le creme solari con protezione bassa da 200 ml che costano meno si trovano su Amazon: per esempio la confezione da 200 ml di Garnier Ambre Solair costa 7,50 euro e quella da 200 ml di Nivea Sun Protect & Hydrate costa 8 euro. Se preferite la crema spray c’è questa di Malibu sempre da 200 ml che costa 7 euro e 50.

SPF 10
Le crema solari protezione 10 più convenienti sono quella da 200 ml di Bilboa che in questi giorni è in sconto a 8,50 euro e quella di Garnier Ambre Solaire che costa 10 euro, entrambe da 200 ml ed entrambe su Amazon. In versione spray c’è quella da 200 ml di Malibu che costa 8,15 euro.

– Leggi anche: Cosa portarsi dietro in un viaggio a piedi

Cose da sapere su abbronzatura e creme solari, in sintesi

  • Stando al sole la pelle si scurisce perché l’organismo mette in atto un meccanismo di difesa per contrastare i raggi ultravioletti (UV).
  • I rischi che si corrono a stare tanto esposti al sole dipendono dal proprio fototipo, cioè dalle caratteristiche della propria pelle. I fototipi sono sei e può essere utile individuare il proprio per capire che livello di protezione scegliere.
  • È consigliabile applicare la crema solare tra 30 e 15 minuti prima di esporsi al sole.
  • La crema va applicata più volte nel corso della giornata: l’ideale è ogni due ore, riapplicandola subito dopo essersi fatti il bagno, anche se sulla confezione c’è scritto “resistente all’acqua”.
  • Nelle ore centrali della giornata, quando i raggi del sole sono perpendicolari alla superficie terrestre, è sempre meglio stare all’ombra.
  • La scadenza delle creme solari è segnalata con il disegno di una confezione di crema aperta e un numero che indica una durata in mesi dopo l’apertura. In generale, è difficile che le creme avanzate dall’estate scorsa siano ancora utilizzabili.
  • La quantità di crema che ci mettiamo addosso determina la sua efficacia di protezione: in media andrebbero messi 2 milligrammi per centimetro quadrato di pelle e quindi, per proteggere tutto il corpo, una confezione da 200 ml non dovrebbe durare più di 6-7 passate.

Per una spiegazione chiara e più approfondita, potete guardare questo video della divulgatrice scientifica Beatrice Mautino.

Come dice Mautino nel video, oltre alla protezione dai raggi UVB, bisogna proteggersi anche dai raggi UVA che non provocano scottature, ma alla lunga fanno invecchiare la pelle e possono causare malattie. È quindi preferibile scegliere creme solari con l’indicazione “protezione ad ampio spettro” (broad spectrum, in inglese) che proteggano anche dai raggi UVA: in questo caso sulla confezione ci sarà un cerchiolino con la scritta UVA, oltre alla scritta UVB. Secondo la normativa, perché una crema possa ritenersi anti UVA deve avere una protezione da questi raggi pari ad almeno un terzo della protezione da UVB: per esempio se l’SPF è 30, la protezione UVA sarà di almeno 10.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.