• Italia
  • giovedì 25 Giugno 2020

C’è un focolaio di coronavirus tra i dipendenti di un magazzino dell’azienda di consegne Bartolini a Bologna

Nelle ultime ore è stato rilevato un nuovo focolaio di contagi da coronavirus tra i dipendenti di un magazzino dell’azienda di consegne Bartolini (che ora si chiama Brt) a Bologna. In base a quanto riferito da Tiziano Loreti del sindacato Si Cobas all’Adnkronos, i dipendenti contagiati sarebbero 54. Per la maggior parte si tratterebbe di casi asintomatici, che si vanno sommare a un’altra decina di casi positivi rilevati nei magazzini logistici di altre aziende nei dintorni di Bologna.

Il magazzino della Bartolini, che si trova nella zona industriale Roveri, è stato chiuso già nei giorni scorsi in via precauzionale e la situazione è monitorata da vicino da Ausl e comune. L’azienda, ha specificato attraverso un comunicato che «sta seguendo e gestendo con estrema attenzione l’evolversi della situazione» e ha detto che il focolaio si si sarebbe originato «da lavoratori di servizi logistici di magazzino gestiti da una società esterna.

L’azienda ha detto di aver già effettuato i tamponi su 200 lavoratori negli scorsi giorni, e che oggi ne ha effettuati altri 170, comprendendo sia i lavoratori della filiale che gli autisti dei mezzi per le consegne. L’azienda non ha però comunicato il numero esatto di dipendenti risultati positivi al coronavirus, dicendo solo che si tratta di «alcuni positivi asintomatici».

(Bartolini)