È morto l’editore Luigi Spagnol: aveva 59 anni

È morto a 59 anni l’editore e traduttore Luigi Spagnol, vicepresidente del Gruppo editoriale Mauri Spagnol (noto anche con l’acronimo GeMS) e presidente delle case editrici Salani e Vallardi. GeMS, nata nel 2005, fa parte del gruppo Messaggerie, il più grande distributore italiano di libri, e controlla Garzanti, Bollati Boringhieri, Corbaccio, Guanda, La Coccinella, Guanda, Longanesi, Newton Compton, Ponte alle Grazie e Salani. Luigi Spagnol era figlio di Mario, editore a lungo alla guida della casa editrice Longanesi, e che prima aveva lavorato per Bompiani, Feltrinelli e Mondadori.

Spagnol iniziò la sua carriera nell’editoria nel 1986 all’ufficio diritti della Longanesi. Prima divenne responsabile editoriale di Longanesi, poi presidente della casa editrice Salani. Proprio con Salani ottenne un enorme successo nel 1997, quando portò in Italia il libro Harry Potter e la pietra filosofale dell’inglese J.K. Rowling, di cui aveva comprato i diritti ancor prima che uscisse nel Regno Unito e di cui curò personalmente la traduzione.

(YouTube)