• Mondo
  • venerdì 15 Maggio 2020

In Cina non si registrano morti dovute alla COVID-19 da un mese

In Cina, il paese in cui è iniziata la diffusione del coronavirus, non si registrano morti dovute alla COVID-19 da un mese. In tutto sono stati rilevati 82.933 contagi e 4.633 dall’inizio della pandemia, ma l’ultima morte registrata dalle autorità sanitarie risale al 14 aprile. Al momento ci sono solo 91 persone in tutto il paese che stanno ricevendo cure per la COVID-19, mentre altre 623 sono in isolamento domiciliare.

A Wuhan, la città dove è stato individuato il primo focolaio dell’epidemia da coronavirus, il governo ha deciso di sottoporre tutti gli abitanti a un nuovo test effettuato col tampone per contenere sul nascere un nuovo eventuale focolaio. Negli ultimi giorni erano stati individuati 6 casi positivi, tutti provenienti dallo stesso quartiere, dopo che per circa un mese in tutta la città non era stato registrato alcun caso. Il piano è molto ambizioso e prevede di fare più di dieci milioni di test, per trovare anche gli asintomatici.

– Leggi anche: A Wuhan tutto gli abitanti faranno il tampone

Le cose da sapere sul coronavirus

Wuhan, Cina (Photo by Getty Images)