• Mondo
  • venerdì 8 Maggio 2020

In India almeno 14 lavoratori migranti sono morti dopo essere stati investiti da un treno

Un treno ha investito un gruppo di lavoratori migranti che dormivano sui binari della ferrovia ad Aurangabad, nel Maharashtra, Stato dell’India centro-occidentale. Almeno 14 persone sarebbero morte nell’incidente. Secondo quanto riferito dal ministero delle ferrovie i migranti stavano tornando alle proprie città di origine, come altre decine di migliaia che stanno lasciando le grandi città indiane dopo aver perso il lavoro a causa del blocco delle attività produttive per contenere la diffusione del coronavirus che è in corso dalla fine di marzo ed è stato esteso fino al 17 maggio.

– Leggi anche: L’India deve riportare a casa centinaia di migliaia di persone

La riduzione dei trasporti pubblici, conseguenza delle chiusure per arginare l’epidemia, ha costretto molti lavoratori migranti a percorrere lunghe distanze a piedi per ritornare a casa. Il ministro delle ferrovie Piyush Goyal su Twitter ha scritto di essere «profondamente angosciato per la perdita di vite umane» e ha riferito che sono in atto le operazioni di soccorso delle vittime dell’incidente.

Immagine Google Maps