• Mondo
  • lunedì 27 Aprile 2020

Lo stato di New York ha cancellato le primarie presidenziali Democratiche previste per il 23 giugno

Il Comitato per le Elezioni dello stato di New York ha cancellato le primarie presidenziali Democratiche previste per il 23 giugno, per via dell’epidemia da coronavirus. Le primarie Democratiche sono di fatto già vinte dall’ex vice presidente Joe Biden, dopo il ritiro del suo principale sfidante Bernie Sanders, e quindi le elezioni nello Stato di New York non avrebbero cambiato niente. Ma quello di New York è il primo stato a cancellare ufficialmente le elezioni: gli altri stati finora le avevano soltanto posticipate, oppure avevano annullato il voto di persona.

Anche le primarie di New York erano state inizialmente rimandate – dovevano tenersi il 28 aprile – ma le autorità statali hanno deciso di non tenerle, visto che lo stato è il più colpito dall’epidemia di COVID-19 di tutto il paese, nonché uno dei principali focolai mondiali. Alcuni sostenitori di Sanders hanno protestato contro la decisione, perché speravano di poter comunque assicurargli qualche delegato in più in vista delle convention, aumentandone l’influenza nel partito (nonostante il ritiro formale, infatti, Sanders aveva deciso di rimanere sulle schede).

(Jeenah Moon/Getty Images)