• Mondo
  • lunedì 27 Aprile 2020

Kim Jong-un è «vivo e vegeto», dice il governo della Corea del Sud

Moon Chung-in, consigliere della presidenza della Corea del Sud per gli affari esteri e uno dei funzionari più noti del paese, ha detto a CNN che il dittatore nordcoreano Kim Jong-un è «vivo e vegeto», nonostante le voci che circolano da giorni sulla sua morte.

«La posizione del nostro governo è stabile», ha aggiunto Moon: «Kim si trova nell’area di Wonsan dal 13 aprile. Al momento non è stato rilevato alcun movimento sospetto». Wonsan è una città costiera a circa 150 chilometri da Pyongyang, la capitale del paese. Fra sabato e domenica erano circolate diverse informazioni, fra cui alcune provenienti da fonti di intelligence, secondo cui Kim si troverebbe in un resort sul mare nella zona.

Sabato è stata diffusa una foto satellitare che mostra quello che è probabilmente il treno personale di Kim parcheggiato nella stazione vicino a un resort a Wonsan, una possibile indicazione che Kim negli ultimi giorni si sia spostato lì (e del fatto che sia vivo).

Kim Jong-un – che ha 36 o 37 anni (non ci sono notizie certe sulla sua età) ed è diventato leader del regime nordcoreano nel 2011 – non appare in pubblico dall’11 aprile, quando aveva presieduto un’importante riunione del Partito dei Lavoratori. Assenze anche prolungate di Kim Jong-un dalla vita pubblica non sono rare, e portano spesso a speculazioni sul suo stato di salute. In parte, questo è dovuto all’estrema segretezza che circonda il regime nordcoreano e che lascia i giornali di tutto il mondo senza la possibilità di verificare e confermare notizie su quello che accade nel paese.

Stavolta le voci sulla sua scomparsa si erano diffuse soprattutto dopo che Kim non aveva partecipato agli annuali festeggiamenti del 15 aprile per il “Giorno del sole”, la grande festa nazionale che ricorda la nascita di Kim Il-sung, fondatore e “Presidente eterno” della nazione, nonché suo nonno.

(Linh Pham/Getty Images)