Donald Trump (Doug Mills/The New York Times)

«Stavo facendo una domanda sarcastica, per vedere cosa sarebbe successo»

Donald Trump ha detto che non era serio, quando parlava di iniettare il disinfettante ai malati per sconfiggere il coronavirus

Donald Trump (Doug Mills/The New York Times)

Venerdì sera, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che le sue dichiarazioni sulla possibilità di iniettare il disinfettante ai malati per sconfiggere il coronavirus erano «sarcastiche» e una presa in giro per i giornalisti.

Trump aveva parlato delle iniezioni di disinfettante giovedì durante una conferenza stampa alla Casa Bianca: «Vedo che il disinfettante uccide il virus in un minuto», aveva detto rivolgendosi a uno dei suoi consiglieri, «c’è un modo per fare qualcosa del genere all’interno dei pazienti, con un’iniezione o una specie di pulizia? Perché arrivi nei polmoni… lo sperimenteremo».

Decine di medici ed esperti avevano immediatamente definito le parole di Trump irresponsabili e pericolose. Joe Biden, l’ex vice presidente degli Stati Uniti e futuro avversario di Trump alle presidenziali di novembre, venerdì ha scritto un tweet dicendo «Non posso credere di doverlo dire, ma per favore non bevete candeggina». Venerdì pomeriggio, durante una nuova conferenza stampa alla Casa Bianca, Trump è tornato sull’argomento, spiegando che quando aveva parlato del disinfettante stava «facendo una domanda sarcastica» ai giornalisti, «solo per vedere cosa sarebbe successo».