(Leon Neal/Getty Images)

Ursula von der Leyen dice che l’Europa deve chiedere scusa all’Italia

Perché «in troppi non ci sono stati quando l'Italia ha avuto bisogno di aiuto all'inizio della pandemia», ha detto al Parlamento Europeo

(Leon Neal/Getty Images)

A Bruxelles è cominciata oggi una sessione plenaria straordinaria del Parlamento Europeo, per votare una risoluzione per contrastare la pandemia da coronavirus. La presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen è intervenuta all’inizio dei lavori e ha iniziato il suo discorso parlando dell’Italia, il primo paese europeo ad aver affrontato l’emergenza e quello dove ci sono stati più morti.

Von der Leyen ha detto che l’Europa deve chiedere scusa all’Italia, per non aver fatto abbastanza per aiutarla quando è iniziata l’epidemia:

Onorevoli deputati, non si può superare una pandemia di tale portata, di tale velocità, senza la verità su tutto, sulle cifre, sulle stime, sulle previsioni, ma anche sulla nostra azione. Sì, è vero che nessuno era veramente pronto a affrontare questa pandemia, ed è altrettanto vero che in troppi non ci sono stati quando l’Italia ha avuto bisogno di aiuto all’inizio della pandemia. Ed è vero, ora l’Unione Europea deve chiedere scusa, deve farlo sentitamente, e lo fa. Ma le scuse valgono solo se si cambia comportamento. C’è voluto molto tempo perché tutti capissero che dobbiamo proteggerci a vicenda. Ma ora la verità è questa, l’Unione Europea è diventata il cuore pulsante della solidarietà europea»

La diretta della sessione plenaria del Parlamento Europeo è disponibile a questo link: l’intervento di von der Leyen inizia al minuto 9:35

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?

– Leggi anche: Questi benedetti eurobond, spiegati bene