• Mondo
  • martedì 17 Marzo 2020

Dal 19 al 31 marzo sarà sospesa la maggior parte dei voli da e per l’Egitto

Il primo ministro egiziano Mostafa Madbouly ha annunciato ieri in una conferenza stampa che il traffico aereo in Egitto sarà limitato da giovedì fino a martedì 31 marzo per frenare la diffusione del nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Non verranno cancellati i voli interni e quelli per il trasporto di merci. Madbouly ha specificato che i turisti in visita in Egitto avranno la possibilità di rimanere fino al termine della loro vacanza perché i voli dall’Egitto già prenotati non verranno cancellati, ma non sarà concesso l’arrivo di nuovi gruppi.

Nelle prossime due settimane sono previsti inoltre interventi di sanificazione di hotel e altre strutture turistiche. Il turismo è uno dei settori più importanti dell’economia egiziana e ci si aspetta che le limitazioni al traffico aereo avranno un costo di circa 2,7 miliardi di euro. In Egitto erano già state prese altre misure per contrastare la diffusione di coronavirus: scuole e università sono state chiuse per due settimane, sono vietati eventi e manifestazioni sportive, chiusi i teatri e le palestre e interrotte le visite in carcere.

Secondo i dati ufficiali, in Egitto le persone infettate da nuovo coronavirus sono meno di 200 e i morti sono 3, ma si stima che i numeri possano essere più alti di quelli dichiarati. Almeno 97 persone sono risultate positive al test dopo essere state in vacanza in Egitto nell’ultimo mese, molte delle quali in crociera.

 

Le cose da sapere sul coronavirus

(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)