• Italia
  • domenica 8 Marzo 2020

C’è una rivolta dei detenuti nel carcere di Sant’Anna, a Modena

Nel carcere di Sant’Anna a Modena è in corso una rivolta dei detenuti. La Gazzetta di Modena scrive che la rivolta è iniziata nel primo pomeriggio e che alcuni detenuti sono barricati dietro la portineria del carcere. Sono intervenuti la polizia penitenziaria, alcuni reparti di altre forze dell’ordine e i vigili del fuoco. Il personale del carcere, una ventina di persone, è uscito; due agenti sono rimasti lievemente feriti. Davanti al carcere sono schierate le forze di polizia.

Le ragioni della rivolta non sono ancora chiare. Il Resto del Carlino scrive che sarebbero legate alle proteste contro le misure restrittive per contenere il diffondersi del coronavirus (SARS-CoV-19), ma la notizia non ha altri riscontri.

Sabato c’era stata una rivolta nel carcere di Fuorni, a Salerno, in seguito alla sospensione dei colloqui con i familiari per contrastare il diffondersi del contagio. Gennarino De Fazio, a capo della UilPa, un’organizzazione sindacale della polizia penitenziaria, ha detto che per lo stesso motivo ci sono stati disordini anche nel carcere di Frosinone, dove sarebbe stato distrutto un intero reparto, in quello di Foggia e in quello di Poggioreale (Napoli).

Il carcere Sant'Anna di Modena (Google Maps)