• Mondo
  • martedì 3 Marzo 2020

L’Iran rilascerà temporaneamente più di 54mila detenuti per il timore della diffusione del coronavirus nelle prigioni del paese

L’Iran rilascerà temporaneamente più di 54mila detenuti per il timore della diffusione del coronavirus (SARS-CoV-2) nelle carceri del paese, molte delle quali sono particolarmente affollate. Il provvedimento, hanno detto le autorità giudiziarie iraniane, riguarderà solo i carcerati che sono risultati negativi al test per il coronavirus e che hanno da scontare una condanna non superiore ai cinque anni. Tra le persone rilasciate potrebbe esserci anche Nazanin Zaghari-Ratcliffe, cittadina con nazionalità sia britannica che iraniana detenuta in Iran dal 2016 con l’accusa di aver «cospirato contro il governo iraniano».

Leggi anche: Le ultime notizie sul coronavirus in Italia

Secondo gli ultimi dati ufficiali diffusi dal governo iraniano, i casi di contagio da coronavirus rilevati in Iran sono finora 2.336, con 77 morti. Secondo diversi osservatori, però, il numero di contagiati potrebbe essere molto più alto.

(AP Photo/Vahid Salemi)