• Mondo
  • giovedì 27 Febbraio 2020

La nave da crociera MSC Meraviglia potrà attraccare in Messico dopo essere stata respinta da due porti per timore del coronavirus

La nave da crociera MSC Meraviglia, della compagnia italiana MSC Crociere, potrà attraccare in Messico dopo essere stata respinta da due porti per timore del coronavirus (SARS-CoV-2), per via di un caso di influenza a bordo.

La Meraviglia era partita domenica da Miami, in Florida, con più di 6.000 persone a bordo tra passeggeri e membri dell’equipaggio. Un membro dell’equipaggio aveva sviluppato sintomi influenzali poco dopo la partenza ed era risultato positivo ai test per la comune influenza stagionale: per precauzione e timori legati al coronavirus, le autorità della Giamaica e delle isole Cayman avevano deciso di non far attraccare la nave nei loro porti, dove la Meraviglia avrebbe dovuto fermarsi secondo il suo itinerario.

Alla MSC Meraviglia è infine stato permesso di attraccare in Messico, a Cozumel, nelle prossime ore.

Nelle ultime settimane ci sono stati diversi casi di navi da crociera respinte o messe in quarantena per problemi legati alla diffusione del coronavirus. Il più famoso è quello della Diamond Princess, bloccata per due settimane in un porto in Giappone dopo che erano stati scoperti dei casi di contagio a bordo. L’altro di cui si è parlato molto è stato quello della nave Westerdam, attraccata in Cambogia dopo essere stata respinta da altri paesi e diventata un caso di scuola su cosa NON fare per evitare la diffusione di un virus.

(Jamie McCarthy/Getty Images for MSC Cruises)