• Mondo
  • lunedì 24 Febbraio 2020

40 persone su un volo Alitalia sono state bloccate al loro arrivo a Mauritius per precauzione contro il coronavirus

40 persone che erano a bordo di un volo Alitalia proveniente da Roma sono state bloccate al loro arrivo a Mauritius, l’isola africana nell’Oceano Indiano, per precauzione contro il coronavirus (SARS-CoV-2). Le persone bloccate provengono  da Lombardia e Veneto, le zone del Nord Italia maggiormente interessate dal contagio – i casi confermati sono oltre 200. Alitalia ha detto che sta provvedendo a organizzare il loro rientro in Italia, nonostante non presentino nessun segno di malessere. Il resto dei 212 passeggeri del volo è potuto sbarcare.

Alitalia ha anche aggiunto di aver chiesto «alle Autorità competenti di chiarire l’eventuale sussistenza di limitazioni alla mobilità dei cittadini italiani non sottoposti ad alcuna delle restrizioni vigenti». Il ministero degli Esteri ha detto che per il momento Mauritius ha sospeso l’accesso ai residenti in Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, mentre chi ha transitato in quelle regioni (oppure in Cina o in Corea del Sud) sarà sottoposto a una quarantena di 14 giorni.

– Leggi anche: Le ultime notizie sul coronavirus in Italia

I casi di contagi del nuovo coronavirus in Italia sono diventati 213, tutti concentrati nel Nord Italia tra Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna, secondo quanto comunicato lunedì dalla Protezione Civile. Per quanto si sa al momento, sono più di tutti gli altri paesi del mondo ad eccezione ovviamente della Cina, dove sono circa 78mila, e alla Corea del Sud, dove sono circa 600.

(ANSA / Telenews)