• Italia
  • martedì 4 Febbraio 2020

Il tribunale civile di Palermo ha ordinato il dissequestro della nave Mare Jonio, operata dal progetto umanitario Mediterranea

Martedì il tribunale civile di Palermo ha ordinato il dissequestro della nave Mare Jonio, attiva nel salvataggio di migranti nel Mediterraneo centrale e operata dal progetto umanitario Mediterranea.

Mare Jonio era stata sottoposta a sequestro da parte della Guardia di Finanza lo scorso 3 settembre, accusata di avere violato il cosiddetto “decreto sicurezza” voluto dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini entrando nelle acque territoriali italiane con a bordo diversi migranti soccorsi nel Mediterraneo. Mediterranea si era difesa dicendo che Mare Jonio era entrata nelle acque italiane solo dopo avere ricevuto l’autorizzazione della Guardia Costiera e aveva definito il provvedimento di sequestro «surreale». Mare Jonio si trova ora nel porto di Licata, in provincia di Agrigento (Sicilia).

La nave Mare Jonio al porto di Marsala, 10 aprile 2019 (ANSA)