• Italia
  • mercoledì 29 gennaio 2020

Ci sono code sulla A1 tra Lodi e Milano in seguito al fallito assalto a un mezzo blindato

Un tratto dell’autostrada A1 tra Lodi e Milano è stato chiuso in entrambi i sensi obbligando l’uscita allo svincolo di Lodi e provocando, mercoledì mattina, diversi chilometri di auto in coda.

Il tratto è stato chiuso a causa di un assalto a un furgone portavalori avvenuto martedì poco dopo le 23. I giornali scrivono che è stato organizzato all’altezza di San Zenone da un gruppo di dieci persone: hanno sparso a terra una distesa di chiodi e creato una barriera incendiando sette auto e un autoarticolato disposti lungo la strada. Gli assalitori, a bordo di sei auto, hanno speronato il furgone blindato spingendolo nel tratto di strada incendiato e cosparso di chiodi; il furgone è riuscito a trovare riparo in un’area di servizio e il colpo è fallito. I sei veicoli, scrive Repubblica, sono stati trovati in una stradina di campagna vicino a Salerano sul Lambro, in provincia di Lodi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Lodi, Milano e Piacenza e la Croce Rossa; non ci sono notizie di persone ferite.

Un episodio simile era avvenuto, qualche chilometro più a sud, sullo stesso tratto di autostrada, nel 2014: un gruppo di rapinatori creò due barriere di fuoco per rapinare un blindato che trasportava 5 milioni di euro.

(ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.