• Mondo
  • martedì 28 gennaio 2020

Hong Kong ha sospeso tutti i collegamenti ferroviari e navali con la Cina per impedire la diffusione del nuovo coronavirus 

Il capo esecutivo di Hong Kong Carrie Lam ha annunciato che tutti i collegamenti ferroviari e navali con la Cina saranno sospesi a partire dal 30 gennaio per impedire la diffusione del nuovo coronavirus (2019-nCoV), che negli ultimi giorni si è diffuso soprattutto in Cina, in particolare nella città di Wuhan. Martedì, durante una conferenza stampa, Lam ha detto inoltre che i voli verso la Cina saranno dimezzati e che sarà sospeso l’ingresso a Hong Kong dei cittadini cinesi. Al momento si stima che il nuovo coronavirus abbia causato circa 4.500 contagi in dieci paesi del mondo e 106 morti, tutti in Cina.

Il dato dei contagi è in notevole aumento negli ultimi giorni. Fino al 20 gennaio i casi confermati erano 280, mentre soltanto due giorni fa erano meno di tremila. Dopo la Cina, il paese più coinvolto è la Thailandia: poche ore fa sono stati confermati 8 nuovi casi di contagio, che portano il totale a 14. In Europa finora sono stati registrati quattro casi di contagio, tre in Francia e uno in Germania. Secondo le ultime informazioni a Hong Kong ci sono 5 casi di contagio confermati e più di 200 casi sospetti.

– Leggi anche: Le ultime sul nuovo coronavirus

La leader di Hong Kong Carrie Lam durante la conferenza stampa. (AP Photo/Vincent Yu)